Made in Italy, a Vicenza evento Relazionésimo per la prima Giornata nazionale organizzata dal Ministero delle Imprese

316
made in italy

Anche Vicenza sarà protagonista della prima Giornata nazionale del Made in Italy, promossa dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy e indetta per lunedì 15 aprile 2024, con l’unico evento realizzato nella provincia berica e organizzato da Relazionésimo.

Al Museo Civico di Palazzo Chiericati, alle 17 e 30, si terrà un incontro dal titolo “Made in Italy. 1+2=12 – Il tutto è più della somma delle parti: le relazioni che generano valore” cui interverranno – dopo i saluti introduttivi della vicesindaca di Vicenza Isabella Sala e dell’assessore regionale all’istruzione e a lavoro Elena Donazzan – brevi interventi di Ketty Panni (presidente Relazionésimo), Marcella Gabbiani (architetto e promotrice Premio Dedalo Minosse), Roberto Carcangiu (cooking director, formatore e autore), Adamo Dalla Fontana (presidente Fondazione Studi Universitari di Vicenza), Sophia Los (architetto di luoghi relazionali( e Carlo Pellegrino (imprenditore e dirigente di Confartigianato Vicenza).

“Già dal titolo dell’incontro – spiegano gli organizzatori – si desume come il Made in Italy non sia solo un brand riconosciuto in tutto il mondo, ma sinonimo di quell’articolato processo che affonda le sue radici, in secoli e secoli di storia, nel nostro Paese e della sua gente che sa creare bellezza.

La bellezza orienta l’abilità nell’esecuzione, combinando maestria, creatività e attenzione per il design. Gli economisti lo identificano come capitale intangibile, un valore che arricchisce vari ambiti: educativo, professionale, sociale e istituzionale. Il Made in Italy è nel nostro Dna ed emerge da un legame profondo con le generazioni passate che si è evoluto nel tempo.

Il Made in Italy è, quindi, una composizione di tante cose, un 1+2=12 – suggeriscono ancora gli organizzatori -. Non una semplice somma del saper fare e dell’italianità, ma la valorizzazione degli effetti virtuosi che si producono con relazioni armoniose tra Arte, Bellezza, Cultura, Competenza, Comunità, Creatività, Lavoro, Linguaggi, Maestria, Paesaggio, Regole e Sostenibilità che caratterizzano e identificano le nostre radici. Radici che, oggi più che mai, vanno coltivate simbioticamente nella Scuola, nel Lavoro e nella Società”.

Con questo primo incontro Relazionésimo intende dare un contributo a questo coltivare mettendo in relazione i 12 aspetti utili a rilanciare tale fondamentale prospettiva di sviluppo dell’Italia. In questo contesto saranno presentati alcuni dettagli di RelazionExpo 2024, alla Fiera di Vicenza dal 28 novembre al 1° dicembre, un luogo dove raccontare il vero valore dell’impresa, creare una profonda consapevolezza del valore delle relazioni e attivare un dialogo privilegiato con le giovani generazioni. Un appuntamento inedito, stimolante e concreto per tutti i soggetti, dalla scuola alle imprese, sino alle categorie economiche e istituzionali.

Per partecipare all’incontro – che gode del patrocinio di Comune di Vicenza, Provincia di Vicenza, Camera di Commercio di Vicenza e Fondazione Studi Universitari di Vicenza – è consigliata la registrazione a questo link