Maltempo: i parchi di Vicenza restano chiusi per vento forte, ma cala il livello dei fiumi

329
maltempo vicenza

Prosegue l’ondata di maltempo che ha fatto scattare anche a Vicenza l’allerta della protezione civile (leggi qui) e l’attivazione in forma ristretta del del Centro operativo comunale o Coc.

Da Palazzo Trissino sono stati diffusi alcuni dati circa le conseguenze delle forti piogge e del vento che hanno interessato la città. Non sono stati segnalati problemi di rilievo alla rete secondaria e, nel corso della mattinata Amcps ha effettuato una ventina di interventi di pulizia delle caditoie dalle foglie. Lungo la riva del Retrone, all’altezza del Vi.Bicipark di ponte San Paolo, il maltempo ha provocato la caduta di un albero nel fiume. Anche qui in mattinata i tecnici di Amcps hanno effettuato un primo sopralluogo e nelle prossime ore effettueranno l’intervento di recupero della pianta.

Anche per oggi, martedì 31 ottobre 2023, l’amministrazione comunale ha deciso di mantenere chiusi i parchi, valutato l’ultimo bollettino Arpav che segnala vento forte. In via preventiva, tra ieri pomeriggio e oggi i volontari della protezione civile hanno verificato la tenuta dei vecchi sacchi di sabbia e ne hanno confezionati di nuovi, per un totale di 1.000, accatastati nella sede di via Frescobaldi, pronti per essere distribuiti in caso di necessità.

Il Coc ristretto rimane attivo fino alla conclusione dell’emergenza meteo, così come i volontari della protezione civile divisi in quattro squadre.

Questa mattina hanno fatto il punto sul maltempo il sindaco del Comune di Vicenza, Giacomo Possamai, e l’assessore con delega alla Protezione civile, Matteo Tosetto.

“Attraverso il gruppo dei volontari di protezione civile, che ringraziamo per l’impegno, abbiamo monitorato per tutta la notte la situazione – hanno commentato Tosetto e Possamai – rilevando intorno alle 3 e mezza il passaggio dell’ondata di piena del Bacchiglione e del Retrone, entrambi repentinamente ingrossati a causa delle piogge persistenti.

maltempo vicenzaA ponte degli Angeli in poche ore siamo passati da 80 centimetri a 4 metri e 41 centimetri segnalato alle 3 e 40. Poi l’acqua è via via defluita, senza comportare problemi. Il Retrone, invece, ha segnato il picco di 1 metro e 57 centimetri alle 5.57 per poi cominciare a scendere.

I cittadini possono utilmente collaborare, segnalando attraverso l’app ComuniChiamo (clicca questo link) eventuali intasamenti, ferma restando l’indicazione di chiamare il comando della polizia locale in caso di interventi urgenti”.

A proposito del tema della caduta alberi, il sindaco Possamai è ritornato sulla pianta caduto venerdì in viale Roma di Vicenza a causa del maltempo: “L’esito delle indagini sul tiglio caduto a Campo Marzo – ha detto -, che pure risultava attenzionato come moltissimi altri alberi in città, sarà decisivo per assumere decisioni sull’intero patrimonio arboreo.

Venerdì è successa una cosa grave che poteva avere risvolti drammatici. Siamo pronti a decisioni drastiche sul patrimonio arboreo. Prima di qualsiasi attenzione verso gli alberi viene la sicurezza dei cittadini”.