Lunedì 6 al Matteotti dalle 16 Schiavon con Bettiol, Cavallari, Coviello, Zanettin e Cappelletti: “BPVi e Veneto Banca. Fallimenti, indennizzi, il Sistema”

8740
BPVi e Veneto Banca. Storia dei fallimenti. La farsa degli indennizzi, il Sistema intoccabile, al Bar Matteotti
"BPVi e Veneto Banca. Storia dei fallimenti. La farsa degli indennizzi, il Sistema intoccabile" al Bar Matteotti

Lunedì 6 novembre alle 16 al bar Matteotti in piazza Matteotti di Vicenza verrà presentato il libro “BPVi e Veneto Banca. La storia dei fallimenti, la farsa degli indennizzi e il Sistema intoccabile”: tra i co-relatori, oltre agli autori (prof. avv. Rodolfo Bettiol, docente di Procedura penale, avv. Fulvio Cavallari, responsabile regionale Adusbef Veneto, e Giovanni Coviello, direttore di ViPiu.it) e al moderatore, il magistrato Giovanni Schiavon, hanno già confermato la loro presenza al tavolo l’on Enrico Cappelletti (M5S) e il senatore Pierantonio Zanettin (Forza Italia). Seguirà dibattito.

BPVi e Veneto Banca. Storia dei fallimenti. La farsa degli indennizzi. Il Sistema intoccabile“, 96 pagine, è disponibile da luglio a 10 euro nelle librerie (per la più vicina chiamare distributore Cierrevecchi tel. 049 8840299), su Amazon e sul nostro shop), ma la presentazione pubblica (a cui sono stati invitati anche tutti i parlamentari vicentini, eurodepuatti inclusi, il sindaco Giacomo Possamai, il capogruppo dell’opposizione Francesco Rucco e altri assessori oltre che esponenti del Consiglio Comunale) sarà un’occasione “dialogata” per squarciare il velo sulle vicende di cui si occupa il volume che è il settimo pubblicato sulle banche venete dall’editore di ViPiu.it e VicenzaPiù Viva.

Ecco gli spunti da cui partiranno i relatori per “raccontare” e “analizzare”.

Il 25 giugno 2017 il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF), su proposta della Banca d’Italia, mise in liquidazione coatta amministrativa la Banca Popolare di Vicenza S.p.A. (BPVI) e Veneto Banca S.p.A., le due grandi Popolari venete arrivate nella top 10 italiana, la cui fine privò il Veneto del suo volano finanziario e circa 200.000 soci, gran parte dei quali risparmiatori, del controvalore delle loro azioni, in totale circa 11,5 miliardi di euro, spesso frutto del lavoro della vita propria e dei loro genitori e congiunti.

Questo libro in maniera semplice, documentata ma senza astrusi e fuorvianti tecnicismi, offre ai lettori, agli “azzerati” di BPVi e Veneto Banca e ai “sepolcri imbiancati”

  • una visione e ricostruzione storica sintetica del fallimento delle due banche popolari venete, troppo interconnesse fra di loro per non incrociarne il racconto
  • documenti delicati sottovalutati (non utilizzati?) dalle autorità competenti, tra cui anche la seconda Commissione di inchiesta sul sistema finanziario e bancario, che, come quella sulla morte di David Rossi del Monte dei Paschi di Siena, “si è estinta” grazie alla caduta del governo nel 2022, provvidenziale per chi, “il Sistema” ne temeva le conclusioni
  • la vera storia degli indennizzi per il solo 40% di quanto perso e con un limite di 100.000 euro

Questo libro si integra con il nostro primo libro sulle Popolari Venete “Vicenza. La città sbancata” e con quello in due tomi “BPVi. I processi di I grado e di appello” che ripercorre, con i servizi su ViPiu.it delle udienze BPVi anche con i pareri del prof. avv. Rodolfo Bettiol e col supporto degli avvocati Fulvio Cavallari e Marilena Bertocco, entrambi esponenti di rilievo di Adusbef, la sequenza delle cronache dei due processi di I grado e di appello con tutti i verbali e sentenze tramite Qr code.

Le due sentenze saranno solo i titoli di inizio per quella finale, tuttora da Cold case, sulle responsabilità che aveva appena iniziato a indagare la Commissione d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario, prematuramente morta.