Rubati i documenti di Miatello su inchieste BPVi e Veneto Banca

- Pubblicità -

Sono spariti computer, hard disk, file delle procure di Vicenza e Roma, tutti i documenti che riguardavano le inchieste su Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca per difendere migliaia di soci risparmiatori.

Il furto nella sede di Tombolo, in provincia di Padova, è stato denunciato mercoledì 27 febbraio dall’associazione Ezzelino III di Onara guidata da Patrizio Miatello, nata nel 2013 e arrivata a contare 400 iscritti e 300 in preadesione.

“Sembra proprio un furto mirato – denuncia Miatello al Gazzettino di Padova – non è stato portato via nient’altro e c’erano altri oggetti di valore nella sede“.

-Pubblicità-