Sabato 14 maggio, dopo due anni di interruzione per l’emergenza Covid, è tornata a Roma la Notte dei Musei e anche la Fondazione Sorgente Group ha aderito all’iniziativa Capitolina aprendo il suo Spazio Espositivo Tritone, in via del Tritone 132, dalle 20.00 alle 1.30 di notte al pubblico che ha decretato un significativo successo all’iniziativa dei due mecenati della Fondazione, Valter e Paola Mainetti.

Finalmente in sicurezza e serenità i cittadini hanno ripreso con entusiasmo a vivere gli spazi culturali cittadini. Pubblico e privato ancora una volta si sono uniti per offrire in una Notte di cultura molteplici attrattive da scoprire” – ci ha dichiarato Valter Mainetti, Presidente della Fondazione Sorgente Group – “Il nostro Museo da sempre partecipa a questa iniziativa, riscontrando ad ogni appuntamento, un numero elevato di partecipazioni

Nello Spazio Espositivo Tritone – in Via del Tritone 132 – si è potuto, infatti, assistere alla proiezione multimediale della scultura greca di Athena Nike del 430 a.C., che attraverso filmati tridimensionali e suoni sincronizzati, è stata ricostruita secondo lo studio del Prof. Eugenio La Rocca e grazie al progetto virtuale di Paco Lanciano con la sua equipe della Mizar.  Si sono, inoltre, potuti ammirare i volti dei giovani principi, eredi designati dall’imperatore Augusto, nell’esposizione “La dinastia di Augusto e i ritratti della gens Giulio-Claudia”. Ma lo Spazio Tritone ha offerto anche la possibilità di conoscere la più numerosa collezione di esemplari di Lekytoi attiche, monumenti sepolcrali in marmo pentelico, della metà del IV secolo a.C. con i loro rilievi, presente in Italia.

Per la Fondazione Sorgente Group, questo è stato e continua ad essere l’anno della ripresa, ma anche del decennale dall’apertura dello Spazio Tritone, che dal 2012, in occasione della prima mostra sull’Art Nouveau, è presente nel sistema museale cittadino” – ricorda con orgoglio Valter Mainetti. – “Non c’è stata, quindi, migliore occasione della notte dei musei 2022 per festeggiare questo importante traguardo, raggiunto senza mai fermarsi nel voler promuovere l’arte e la cultura del nostro paese.

Lo Spazio Espositivo Tritone, dopo un accurato lavoro di restauro voluto da Paola Mainetti, vicepresidente della Fondazione Sorgente Group, è stato inaugurato il 7 giugno 2012 in occasione della mostra “Un angolo di Art Nouveau” con un’importante rassegna sull’arredo, pittura, scultura e oggetti d’arte del Ventennio e per celebrare anche l’importante edificio, in cui si trova, datato 1910. Le attività della Fondazione da allora non si sono mai fermate grazie a mostre e ai numerosi prestiti in Italia e all’estero per far conoscere le opere della collezione di opere Archeologiche e quella di dipinti antichi. Sono state promosse pubblicazioni scientifiche e nell’ultimo anno è stata incentivata la produzione di video culturali condotti dal Prof. Claudio Strinati.

Per l’accesso “unico” al Museo, solo durante la Notte dei Musei, oltre alla visione della proiezione multimediale della ricostruzione della scultura di Athena Nike, sono state previste visite guidate per gruppi con massimo 30 partecipanti, ogni ora, senza prenotazione, a partire dalle 20.00 fino alle 24.00, con entrata è libera e gratuita.


La Fondazione Sorgente Group, Istituzione per l’Arte e la Cultura, senza finalità di lucro è stata istituita nel gennaio del 2007 grazie al sostegno economico del Gruppo finanziario immobiliare Sorgente Group, con lo scopo di valorizzare, promuovere e divulgare, sia a livello nazionale che internazionale, tutte le espressioni della cultura e dell’arte appartenenti al nostro patrimonio culturale. La Fondazione Sorgente Group, guidata da Valter (Presidente) e Paola Mainetti (Vicepresidente), possiede una ricca collezione d’arte che si divide in una raccolta di pitture antiche e importanti opere archeologiche di epoca greca e romana. La Fondazione ha assunto anche l’incarico di curare, valorizzare e promuovere le opere archeologiche e pittoriche della raccolta privata Collezione Mainetti, che nata negli anni ’30, possiede una ricca collezione di dipinti antichi e di reperti archeologici nelle sue due sedi a Roma e New York (www.collezione-m.it). Curatrice per l’Archeologia Valentina Nicolucci, Curatore per la Pittura Gian Maria Mairo.  (www.fondazionesorgentegroup.com)

Articolo precedenteInfermieri e professioni sanitarie, Nursing Up: la firma del rinnovo del contratto, dopo mesi di trattative, è finalmente realtà
Articolo successivoTurismo 2022. Il grande ritorno: siamo migliori e peggiori
Giovanni Coviello (nato l'8-12-1950), dopo aver affiancato al lavoro di marketing e comunicazione da imprenditore nel mondo dell'informatica e dopo essere stato anche responsabile editoriale dell'inserto mensile di Pc Week e free lance del mensile Espansione di Mondador dal 1993 al 1994, è il fondatore e direttore responsabile di ViPiu.it, nata come testata cartacea VicenzaPiù il 25 febbraio 2006, poi cresciuta dal 2008 con la sua versione web, che ha integralmente sostituito quella cartacea dal 1° gennaio 2016, e che, da due anni, ha assunto la denominazione attuale, non connotata geograficamente, a significare che il quotidiano web indipendente si occupa di notizie e approfondimenti su u Vicenza/Veneto/Italia/Borghi d'Italia/Europa/Mondo. Dopo un'iniziale esperienza da ingegnere elettronico come ricercatore volontario universitario a Roma (1976) e il servizio militare in Marina Militare come ufficiale di complemento (Accademia di Livorno, 1976-78) ha maturato varie esperienze di vertice, nazionali e internazionali, nel settore dell'informatica (1978-1993), ha ricoperto cariche in Confindustria Roma e Apindustria Vicenza, quindi si è occupato di marketing e gestione sportiva di vertice (volley femminile di A1 a Roma e Vicenza) anche da vice presidente della Lega di Pallavolo Femminile di serie A, è stato direttore editoriale di un inserto di marketing internazionale su Pc Week (Mondadori Informatica), collaboratore di Espansione (Mondadori), per poi concentrarsi direttamente dal 2008 sulle edizioni giornalistiche. È giornalista professionista da gennaio 2020, ha curato vari libri e pubblicato direttamente, tra questi, “Vicenza. La città sbancata”, “BPVi. Bugie Popolari Vicentine”, “BPVi. Risparmiatori ingannati. L’azione di (ir)responsabiltà”, “Roi, la fondazione demolita”. "Babca Popolare di Vicenza. La cronaca del processo"