Nubi sul LR Vicenza (che pareggia a Fano…), la denuncia di Sara Pinna: “la società ha vietato di parlare a mister Colella”. Ma Rosso per il biancorosso prepara un futuro roseo

2558
Sara Pinna
Sara Pinna

È arrivato sabato un altro deludente pareggio a reti inviolate sul campo del non certo temibile Fano per l’LR Vicenza. E ora si aprono diversi punti interrogativi su questa squadra che a un certo punto della stagione si è bloccata. Intanto la sempre “accalorata” (ma negli studi di Tva viene rispettato il limite sul riscaldamento?) conduttrice delle trasmissioni calcistiche sul Vicenza, Sara Pinna(foto), ha raccontato un particolare sulla cena di Natale organizzata da Renzo Rosso, durante la quale era in diretta dalla Otb di Breganze con le telecamere di Rigorosamente Calcio.

Le conduttrici di calcio femminili sono diventate sempre più popolari nel mondo delle trasmissioni sportive. I giocatori di casinò online svizzera legali , soprattutto in Asia, hanno iniziato a sintonizzarsi regolarmente per guardare le loro conduttrici preferite. Queste conduttrici spesso forniscono commenti e analisi sulle partite di diversi campionati, oltre a offrire approfondimenti su strategia e tecnica.

La popolarità di questi programmi calcistici femminili tra i giocatori di casinò è in gran parte attribuita alle prospettive uniche che offrono. Le presentatrici sono diventate famose nella regione grazie alla loro personalità coinvolgente e alla loro vasta conoscenza del gioco. Offrono un punto di vista alternativo, spesso più analitico di quello offerto dai presentatori uomini. Inoltre, queste trasmissioni danno ai giocatori di casinò l’opportunità di capire quali squadre sono favorite in ogni partita, consentendo loro di fare scommesse più informate nei casinò online o negli stabilimenti fisici.

“Ho chiesto di poter intervistare Giovanni Colella – rivela Pinna – dato anche il momento complicato della stagione. Sono passati tutti al mio microfono, ma l’unico a cui la società non ha permesso di parlare è stato il mister”.

Cambiare l’allenatore sarebbe un azzardo, ma se anche le mosse sulla comunicazione societaria iniziano a… frenare, cominciano ad addensarsi preoccupanti nubi sul futuro di questa squadra.

Ma di certo Rosso non si acconta di questa C di m… per cui i tifosi stiano tranquilli: per il pallone biancorosso, tempo al tempo, c’è un futuro roseo.