Palazzo Thiene, Cattaneo (Forza Italia) a Sala (PD): “amministrazione Rucco sta realizzando quello che la sua con Variati solo promise”

477
Stucchi e decori di una volta di palazzo Thiene
Stucchi e decori di una volta di palazzo Thiene
Roberto Cattaneo, consigliere comunale di Forza Italia Vicenza
Roberto Cattaneo, consigliere comunale di Forza Italia Vicenza

Non intendo entrare ancora una volta – mi riferisco a Palazzo Thiene – in uno sterile dibattito con la collega Isabella Sala, perché ritengo  che non abbia l’abitudine di informarsi sul passato amministrativo che lei stessa ha direttamente vissuto. Per sua e nostra memoria  ricordo che il 14/09/17 (“regnante” Variati, ndr) il Consiglio comunale  di Vicenza  ha votato un OdG che impegnava l’amministrazione Variati ad ottenere dal Governo che mantenesse la funzione museale a  Palazzo Thiene e lo  assegnasse alla rete vicentina  dei Civici Musei.

Nel mese di ottobre  2017 ho presentato una mozione a livello di Consiglio Provinciale per la “trasformazione di Palazzo Thiene e delle collezioni d’arte in esso contenuto in Museo Nazionale.”. Il presidente della Provincia, dott. Achille Variati ha  fatto propria  la mozione, votata a grande maggioranza e si è impegnato ad affrontare l’argomento direttamente e personalmente con il ministro Franceschini.

Isabella Sala capogruppo PD in consiglio comunale Vicenza
Isabella Sala capogruppo PD in consiglio comunale Vicenza

Non ho dubbio alcuno che il dott. Variati abbia rispettato  l’impegno assunto. Da Roma  nessuna risposta. Caduto il Governo  è arrivato il Governo Giallo/Verde, seguito da  quello Giallo/Rosso e l’on. Franceschini ritorna titolare del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, incarico che mantiene anche con l’attuale Governo Draghi.

Ho  inviato una lettera, e il testo della mozione, al ministro illustrando la situazione e  dicendo tra le altre cose che “Sarebbe cosa assai triste e dolorosa per tutti i vicentini che  all’azzeramento dei loro risparmi si aggiungesse anche la dispersione di questo  patrimonio d’arte rappresentato dallo stesso palazzo Thiene e dal suo contenuto.” .

Più di recente  vi è stato un incontro, in commissione, con  la Fondazione Roi, il Cisa, il Fai  e l’Accademia Olimpica, avviando un dialogo costruttivo. Stiamo realizzando quello che altri non hanno fatto come dimostra l’acquisizione di Palazzo Thiene, opera del sindaco Francesco Russo con la collaborazione  di tanti di noi e in primis dell’assessore Marco Zocca.

Ora si ripresenta il problema relativamente alle opere d’arte che rischiano di essere disperse. Invito tutto il Consiglio Comunale ad operare in armonia per cercare  di fermare questa eventualità e, per quanti ne hanno la possibilità, a verificare  la volontà di aiutarci in questo col Ministro Franceschini.

L’amministrazione farà senza dubbio tutto quello che è in suo potere. Per  giungere a una  fattiva attività museale vi sono due momenti: il primo relativo alla futura destinazione delle opere d’arte che ci auguriamo rimangano dove sono e il secondo avverrà, a mio parere, nella prossima legislatura per  decidere al meglio le linee guida della gestione museale di palazzo Thiene.

Roberto Cattaneo (consigliere comunale di Forza Italia)