Il sistema dei Parcheggi in città a Vicenza torna nel mirino del gruppo consigliare Per una Grande Vicenza che ha presentato una nuova interrogazione all’amministrazione comunale sostanzialmente per chiedere ancora una volta a che punto è il passaggio di mano tra società nella gestione.

Dopo aver ricordato come il governo cittadino avesse promesso che quest’ultimo si sarebbe concretizzato pienamente a settembre, dopo i lavori di manutenzione estivi, il gruppo passa all’attacco.

“Qualcosa si è evidentemente inceppato: parcometri nuovi che in realtà appaiono riciclati, qualcuno già rotto, molti installati ma ancora fuori servizio e i cittadini, con temperature prossime ai 40 gradi, a cercare parcometri funzionanti. Intanto, le attività di sostituzione dei 225 parcometri andavano a rilento”, dicono.

Settembre è iniziato e “in giro si vedono ancora molti vecchi parcometri fuori servizio, i parcheggi a sbarra operano a singhiozzo, producendo code in entrata o, addirittura, sbarre alzate in uscita. E alcuni sono ancora gestiti da Agsm Aim, almeno stando ai ticket emessi all’ingresso”, viene aggiunto da Per una Grande Vicenza.

“Evidentemente – prosegue -, il 27 luglio, sia Comune che società subentrante hanno dichiarato qualche cosa che fa riflettere. Ovvero: o erano al corrente di queste difficoltà e hanno comunque preferito sostenere che tutto sarebbe andato per il verso giusto; oppure, peggio ancora, entrambi avevano comunque, e in modo colpevole, sottovalutato l’operazione a cui stavano andando incontro, sbagliando clamorosamente previsioni, organizzazione e programmazione dei lavori.

Ce n’è di che preoccuparsi, se questo è l’inizio di un servizio che la città di Vicenza, attraverso la scelta miope di questa amministrazione, ha affidato ad un privato per i prossimi nove anni”.

E ancoa: “È di ieri, poi il comunicato del Comune che annunciava trionfalisticamente il passaggio odierno di tutti i servizi di sosta al nuovo gestore, raggiungibile per informazioni da Vicenzaparcheggi.it, sito che però presenta una unica pagina senza nessun’altra informazione utile, se non quella fuorviante che segnala un front office all’interno del parcheggio Fogazzaro, al momento inesistente, e una app introvabile nello store”, conclude Pugv, ovvero i consiglieri comunali Raffaele Colombara, Alessandra Marobin, Cristiano Spiller e Otello Dalla Rosa.