Parlamento e Covid, Primo Mastrantoni (consulente di Aduc): Lega e le cure farlocche

- Pubblicità -

Ci risiamo. Il Parlamento dovrebbe essere il luogo del confronto delle idee. Idee, appunto, ma non pare. Anche i convegni che si svolgono nelle sedi istituzionali pare che servano a fini elettorali. Così si è passati dalla cura della Xylella, il batterio che uccide gli ulivi, con un abbraccio che trasferisce alle piante le nostre energie vitali e guarisce dall’infezione, alla promozione di cure per il Covid a base di prodotti quali l’ivermectina, un antiparassitario destinato agli animali, che tutte le autorità sanitarie, dall’Agenzia europea del farmaco alla Food and drug administration, hanno ritenuto non valide, anzi pericolose – afferma in una nota che pubblichiamo Primo Mastrantoni consulente di Aduc (qui altre note Associazione per i diritti degli utenti e consumatori su ViPiu.it, ndr).
L’iniziativa del convegno sulle cure a casa per il Covid, è di alcuni senatori della Lega che ha avuto il plauso della presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, per “il contributo all’approfondimento”. Evidentemente, non sa neanche cosa si sia “approfondito”.
Ricordate il caso Stamina, il trattamento per le malattie neurovegetative privo di validità scientifica? Era una truffa. Ebbene, il Parlamento ne autorizzò la sperimentazione stanziando i relativi finanziamenti. Era il 2013. Ci risiamo.

Primo Mastrantoni, Aduc

-Pubblicità-