Pfas, Zanoni e Bigon (Pd): “come consiglieri di minoranza abbiamo chiesto di incontrare la delegazione Onu”

Pericolo Pfas
Pericolo Pfas

“Abbiamo chiesto di essere ascoltati dalla delegazione dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani che la prossima settimana sarà in Veneto per il caso Pfas. Il 3 dicembre incontreranno a Venezia alcuni esponenti della Giunta, vogliamo esserci anche noi come consiglieri di minoranza”.

Lo rendono noto i consiglieri regionali del Partito democratico Andrea Zanoni e Anna Maria Bigon, in occasione della “missione di urgenza degli emissari Onu sollecitata e ottenuta da Mamme No Pfas e Pfas Land”.

“Abbiamo preso contatto direttamente con chi sta tenendo i rapporti con l’Onu, anche perché, ad oggi, il presidente del Consiglio regionale Ciambetti non aveva informazioni sulla missione”, informano gli esponenti Dem.

Andrea Zanoni, Consigliere regionale del Veneto
Andrea Zanoni, Consigliere regionale del Veneto

“Ho anche consegnato agli organizzatori dell’incontro un elenco di interrogazioni sulla vicenda Pfas, alle quali la Giunta non ha ancora risposto – aggiunge Zanoni – In particolare, stiamo aspettando di conoscere lo stato degli interventi di caratterizzazione e di bonifica del sito Miteni. Avevamo presentato una dettagliata interrogazione il primo giugno, che da regolamento doveva essere ‘definita’ entro il 14 luglio. Ho scritto al presidente Ciambetti affinché venga inserita all’ordine del giorno del primo Consiglio regionale utile, dopo aver depositato un’interrogazione di ‘sollecito’ lo scorso 12 novembre”.

Anna Maria Bigon (Regione Veneto, PD)
Anna Maria Bigon (Regione Veneto, PD)

“Sempre oggi – conclude Andrea Zanoni – ho presentato un’altra interrogazione per sapere che fine hanno fatto le ‘ulteriori attività a tutela della salute pubblica’, come il monitoraggio sugli alimenti e i piani di sorveglianza delle zone critiche annunciati nel 2019 dalla Giunta. Sono state attuate, anche in parte? E qual è l’esito? Se invece non è stato fatto niente, vorremmo sapere come mai”.