Tornano le piogge in Veneto dopo breve tregua. Regione: “Attenzione a Po nel Rodigino”

379
condizioni meteo avverse Piogge in veneto
Piogge

Ritorneranno domani, giovedì 9 novembre 2023, le piogge in Veneto dopo la breve tregua concessa nella giornata di oggi. È quanto si apprende dal bollettino meteo diffuso dalla Regione.

In esso si legge che “le previsioni meteo di Arpav indicano l’assenza di precipitazioni fino a domattina. Nel corso del pomeriggio di domani, giovedì 9 novembre, si prevede graduale aumento della probabilità di precipitazioni a partire da ovest, con precipitazioni in prevalenza deboli, che interesseranno gran parte della regione entro sera, salvo i settori più orientali, dove potranno ancora risultare assenti. A fine giornata precipitazioni diffuse ovunque, anche moderate sui settori sud-occidentali della pianura e occidentali di Prealpi e Pedemontana”.

In virtù di questo quadro, il Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto ha emesso un avviso di criticità nel quale viene dichiarato lo stato di attenzione per criticità idraulica gialla in VENE-D (Po, Fissero-Tartaro-Canal Bianco e Basso Adige), intesa solamente per le sezioni venete del Po (Cavanella e Ariano), interessate dal lento esaurimento della piena del fiume. L’avviso è valido fino alla mezzanotte di oggi.

Sono del tutto rientrate dunque (allerta verde) le allerte di criticità idraulica segnalate nei giorni scorsi nella Provincia di Vicenza dove, a causa delle forti piogge cadute qui come in tutto il Veneto, i corsi d’acqua erano finiti al centro dell’attenzione della protezione civile, in particolare il Bacchiglione.