Luca Dalla Pria va a piedi, in bici o a nuoto: è uno dei testimonial di Poste Italiane per la sostenibilità con l’iniziativa “Il nostro xcorso”. È l’azienda stessa a proporre la sua storia.

Poste Italiane è da sempre attenta alla sostenibilità e alle tematiche green. Per questo motivo ha messo a disposizione di tutti i dipendenti (1300 solo in provincia di Vicenza, 9000 in tutto il Veneto), un nuovo strumento che incentiva la mobilità green non solo a livello lavorativo ma anche nella vita di tutti i giorni.

Si chiama “Il nostroXcorso” la app aziendale per condividere tra tutti le attività fatte con mezzi ecosostenibili che dimostrano la voglia di muoversi, di farsi conoscere, di sperimentare nuove attività nel rispetto dell’ambiente. Per unire l’Italia e creare una rete tra i dipendenti della prima azienda nazionale per numero di lavoratori.

C’è che nuota o va in canoa, in bici o di corsa, c’è chi va al lavoro a piedi per le calli veneziane o i vicoli di un centro storico, i dipendenti di Poste condividono così esperienze, panorami mozzafiato e luoghi insoliti.

Tra questi c’è il vicentino Luca Dalla Pria, che di chilometri aveva cominciato a farne tanti, vent’anni fa, come portalettere a Brendola. Poi è diventato triatlonista con la squadra “Vicenza Triathlon” ed è anche diventato responsabile del monitoraggio della qualità nel centro di distribuzione di Vicenza, dove lavorano una settantina di portalettere della città.

Il suo contributo al “nostroxcorso” è stato notevole: 3,8 chilometri a nuoto, 180 in bicicletta e 42 di corsa. Tanti chilometri e tantissima fatica. Si tratta naturalmente di una competizione “Ironman”, quella di Cervia nel 2021.

“Adesso, spiega, mi dedicherò al mezzo Ironman, che è il giusto compromesso tra fatica a piacere. Altri 21 chilometri – racconta – sono venuti la scorsa estate dalla partecipazione alla “Sasslong”, 21 chilometri di corsa in montagna assieme alla sua compagna Giorgia.

“Ho condiviso – racconta Luca Dalla Pria – con i colleghi foto e notizie che non riguardano solo la mia realtà professionale, ma anche tutte le attività del tempo libero, sempre a impatto zero. In questo modo Poste Italiane ci aiuta a rendere in ogni momento il nostro pianeta un luogo più sostenibile, nel rispetto del verde e della natura. Verrei volentieri al lavoro a Vicenza in bicicletta – conclude Luca – sono ‘solo’ 40 chilometri… quando avremo la doccia in ufficio”.