Presentati i candidati socialisti del Psi di Vicenza nella lista “Stati Uniti d’Europa”: Luigi Giordani e Francesco Bragagni

629
Candidati socialisti del Psi di Vicenza nella lista “Stati Uniti d’Europa”: Luigi Giordani e Francesco Bragagni
Candidati socialisti del Psi di Vicenza nella lista “Stati Uniti d’Europa”: Luigi Giordani e Francesco Bragagni

Stamani, alle ore 12, presso l’Antico Caffè Scrigni, a Vicenza, il PSI del capoluogo ha presentato alle compagne e ai compagni, Luigi Giordani e Francesco Bragagni, candidati socialisti presenti nella lista “Stati Uniti d’Europa”.
All’iniziativa hanno partecipato anche la senatrice Daniela Sbrollini e Andrea Chimetto, presidente di Italia Viva della città di Vicenza.
Lo scopo della lista “Stati Uniti d’Europa” è quello di rafforzare la compagine socialista democratica e la liberaldemocratica, già presenti nel Parlamento europeo. Obiettivo comune è consolidare il fronte anti sovranista.
Francesco Bragagni, avvocato, Assessore allo sviluppo, legalità e patrimonio del Comune di Rimini e Segretario regionale del PSI dell’Emilia Romagna è intervenuto sottolineando quanto importante sia il ruolo dell’Europa per tutti i cittadini. L’Europa incide profondamente sulla qualità della sanità, dei trasporti, del lavoro.
Luigi Giordani, Presidente del Centro Culturale Nardi di Venezia, ha spiegato come sia necessario rafforzare le forze che si oppongono ai sovranisti, nell’ottica di rafforzamento dell’Europa. Un’Europa in grado di rilanciare e perpetuare il valore fondativo del manifesto di Ventotene.
Sono poi intervenuti la senatrice Sbrollini e il Segretario cittadino del PSI, Fantò, che hanno sottolineato l’importanza di un progetto politico di ampio respiro che potrebbe avere sviluppi futuri, anche a livello locale, a cominciare dall’impegno per le prossime elezioni regionali.
L’appello lanciato da tutti i presenti è stato quello di recarsi alle urne: l’astensionismo è il risultato della disaffezione alla politica. La lista Stati Uniti d’Europa è l’ antidoto, proponendo candidature vere, di giovani e donne che ricopriranno con responsabilità il ruolo di parlamentare europeo qualora ottenessero il consenso dei cittadini.

Alle elezioni europee dell’8 e 9 giugno i candidati di Italia Viva e Più Europa faranno parte della stessa lista, chiamata “Stati Uniti d’Europa”, insieme ad altri quattro tra partiti e movimenti politici: il Partito Socialista Italiano, i Radicali Italiani, i Libdem Europei e L’Italia c’è.

Il programma della lista “Stati Uniti d’Europa” per le elezioni europee, definito «documento programmatico», è lungo 14 pagine e suddiviso in 12 brevi capitoli. Il primo capitolo mette in evidenza che l’Unione europea, nata da scelte coraggiose in un continente devastato dalle guerre e diviso dalle ideologie, sta affrontando oggi la fase più critica dal secondo dopoguerra. «Oggi l’Europa è a un bivio: o assume un ruolo centrale nel mondo o è destinata a rimanere marginale», si legge nel documento.