Rilascio Passaporti, studenti aiutano la polizia nel Commissariato di Bassano del Grappa

272
Passaporti lenti: tra le soluzioni il progetto Polis che coinvolge le poste e un'agenda prioritaria per chi deve partire
Passaporti, cambia il sistema di prenotazione

Dieci studenti del Liceo Brocchi di Bassano del Grappa aiutano la Polizia di Stato nel rilascio dei passaporti. Si tratta di una iniziativa realizzata nell’ambito dei progetti formativi Pcto portati avanti dal commissariato locale con gli studenti delle classi IV e V del Liceo Ginnasio Statale G. B. Brocchi.

Il servizio è iniziato a fine dicembre del 2023 e durerà per tutto il mese di gennaio 2024, ogni giovedì pomeriggio dalle 14 alle 16. In sostanza, un ulteriore sportello presso lo stesso commissariato, gestito da personale dell’ufficio Passaporti con la collaborazione degli studenti. Il compito di questi ultimi è assistere gli utenti nella compilazione dell’istanza di rilascio dei passaporti.

L’idea è nata dall’esigenza di servire al meglio i richiedenti dei 57 comuni della Provincia di Vicenza che si rivolgono al commissariato di Bassano del Grappa, con richieste fortemente aumentate nel post-Covid. Ma la procedura a volte risulta difficile, soprattutto per anziani o per coloro che hanno difficoltà nell’utilizzo dei sistemi informatici.

In questo modo, è stato possibile rispondere in maniera più efficace alle tante richieste, programmando e snellendo il flusso di lavoro degli operatori. Una volta fissato l’appuntamento, l’utente ottiene una lista dei documenti da esibire al momento dell’accesso allo sportello per il rilascio del passaporto.

“È stato sicuramente fornito – spiega la Polizia – un valido contributo alla cittadinanza e si è attuato un ottimo scambio relazionale tra il mondo della scuola e la cittadinanza stessa, nel quale ognuno dei protagonisti, con l’impegno profuso, ha visto soddisfatte le proprie esigenze.

In particolar modo – viene aggiunto – ne hanno tratto beneficio gli studenti che, con la loro attività, hanno visto attuati i progetti formativi, fornendo un apprezzato servizio alla comunità con il supporto della Polizia di Stato, dimostrando la vicinanza delle istituzioni alla gente e l’attenzione che la Pubblica Amministrazione ha nei confronti di coloro che devono viaggiare per motivi di lavoro, per studio o per raggiungere familiari lontani.

L’iniziativa ha avuto, inoltre, il plauso di molti utenti che hanno potuto sperimentare l’efficienza degli studenti, presenti anche durante il periodo natalizio di vacanza scolastica, in grado di semplificare e di illustrare in maniera chiara e concreta l’iter burocratico finalizzato all’acquisizione e rilascio del passaporto”.

La Dirigente scolastica del Liceo Brocchi, Martina Polo, commenta: “Studentesse e studenti del liceo hanno potuto sperimentare sul campo un’esperienza lavorativa e altamente formativa, che sicuramente conserveranno come valido bagaglio per i progetti futuri e che ha consentito loro di mettersi a servizio degli altri.

Il progetto – ha aggiunto – è una delle tante dimostrazioni di come le istituzioni possano davvero unire le forze, contribuendo al miglioramento della qualità dei servizi e promuovendo nei giovani spirito di cittadinanza e di servizio. Un ringraziamento particolare va fatto al comitato genitori del Liceo Brocchi, che ha collaborato al progetto attraverso il proprio supporto organizzativo e la fornitura del materiale di cancelleria”.

Il Questore della provincia di Vicenza, Dario Sallustio, ha espresso un sincero ringraziamento ai ragazzi del Liceo Brocchi per l’impegno profuso e per gli ottimi risultati conseguiti, auspicando che simili programmi di sinergia con il mondo scolastico possano essere ripetuti ed ampliati.