Ruba marsupio da un furgone in via Verona, polizia di Vicenza arresta un 30 enne

231
Alfa Romeo Tonale Polizia di Vicenza rapinatori Furto di bicicletta fucile Non paga lavori in cantiere

Un nigeriano di 30 anni, O. O., è stato arrestato dalla Polizia di Vicenza per furto, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. È solo uno degli esiti scaturirti dai controlli del weekend svolti a Campo Marzo, Piazzale Bologna, Via Milano, Via Torino, Via Verona e aree limitrofe da Questura, Polizia Ferroviaria di Vicenza e Reparto Prevenzione Crimine di Padova, con l’ausilio dell’Unità Cinofila Anti-droga della Guardia di Finanza.

L’arrestato è stato notato in Viale Verona proprio da una delle volanti della polizia mentre sabato 6 aprile 2024 prelevava qualcosa dall’interno di un furgone per il trasporto di medicinali in sosta.

L’autore del gesto si è poi allontanato in bicicletta ma, una volta raggiunto e fermato dai poliziotti, ha tentato una ulteriore fuga, provando anche a investire uno degli agenti. È poi seguita una colluttazione nel corso della quale un poliziotto è stato ferito lievemente a una mano.

Il 30enne è risultato essere gravato da precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio: i poliziotti hanno accertato che aveva sottratto dal furgone il marsupio dell’autista, contenente i suoi documenti, telefono cellulare, denaro contante ed effetti personali. Il proprietario della refurtiva è stato quindi rintracciato e ha riconosciuto come propri tutti i beni oggetti di furto.

Nel corso dei medesimi controlli, la polizia ha inoltre sequestrato poco più di 9 grammi di cocaina a seguito della perquisizione svolta con l’unità cinofila della guardia di finanza in un appartamento di Via Dian a Vicenza, nella disponibilità di un cittadino algerino di 54 anni.

“L’algerino – spiega la questura – ha però dichiarato di detenere la sostanza per uso personale. Non essendo stati riscontrati altri elementi che potessero far desumere un’attività di spaccio, l’uomo è stato sanzionato amministrativamente e la sostanza sequestrata”.