Rucco cambia assessori (e deleghe): fuori Dotto (FdI) e Zoppello, dentro dalla sua lista civica Siotto e Lunardi. Cicero senza ambiente

311
Francesco Rucco e Isabella Dotto
Francesco Rucco e Isabella Dotto

Il viso teso all’uscita dall’ufficio del sindaco Francesco Rucco, in questo bollente giovedì mattina di giugno, dell’ormai ex assessore alla trasparenza amministrativa Isabella Dotto, entrata in giunta in quota Sergio Berlato e Fratelli d’Italia un anno fa, era il primo segnale del rimpasto di giunta comunicato dal Comune nel pomeriggio, dal quale è “saltato” anche l’assessore al territorio Lucio Zoppello.

FdI per domani mattina ha annunciato una conferenza stampa urgente a palazzo Trissino con tutti i rappresentanti del partito, dopo la serie di “acquisti” negli ultimi mesi che paiono non fermarsi. A meno che la decisione odierna comunicata da Rucco e spiegata con la necessità di contrastare le “logiche spesso pericolose della lotta politico-partitica” non sia proprio una mossa per arginare la “diaspora” dalla sua lista civica.

Nuovi assessori sono, infatti, due consiglieri figure di peso della lista acchiappa voti del sindaco: Simona Siotto col nuovo mega Assessorato alla cultura, ambiente, decoro urbano, bilancio e tributi, e Marco Lunardi al posto di Zoppello.

Ma il rimpasto riguarda anche le deleghe con il vicesindaco Matteo Tosetto che al posto dell’economia avrà politiche sociali, famiglia, integrazione e giovani, mentre Claudio Cicero perde la delega all’ambiente e lavori pubblici che va a Matteo Celebron. Silvia Maino dal sociale prende il posto di Dotto alla trasparenza.

Sempre che la giunta ora regga… politicamente.