Santuario della Madonna di Monte Berico, le iniziative per il Natale 2024

655
Santuario della Madonna di Monte Berico natale 2024

Sabato 16 dicembre 2023 il Santuario della Madonna di Monte Berico si anima di molteplici eventi, che spaziano dall’arte alla musica, radicandosi nella memoria vivente dell’Avvento e del Natale, espressa anche con il tradizionale presepe allestito al chiostro del convento.

Alle ore 16.00, al Museo d’arte sacra di Monte Berico, è in programma la visita guidata alla scoperta del percorso “Un segno di Luce”, a cura di padre Roberto Cocco e Agata Keran, dedicato al tema della Natività e del presepe. Oltre alle opere di pregio storico, espongono gli artisti Gianna Baghin, Giovan Battista Pesci, Angelo Forte e Severino Morlin. Si consiglia la prenotazione, scrivendo a museomonteberico@gmail.com.

Dopo la Messa delle ore 18.00, animata dal coro di voci bianche “Armonie palladiane”, diretto da Ilaria Gusella, avrà luogo l’inaugurazione della mostra d’arte “Lo stupore dell’evento”, realizzata dal “Cenacolo degli artisti di Monte Berico”, programmata per le ore 19.00, presso la sala Sette Santi Fondatori. Espongono per l’occasione dodici artisti associati al Cenacolo, presieduto da Roberto Meneguzzo. Presentazione a cura di padre Gino Alberto Faccioli e Agata Keran. Ingresso libero fino all’esaurimento posti.

Alle ore 20.45 si terrà in Basilica il tradizionale Concerto di Natale IN… CANTATI DALLA STELLA! Una serata interamente dedicata alla bellezza del repertorio vocale natalizio, spaziando dalla produzione d’autore europea e americana a quella della tradizione popolare ricca di fascino e ispirazione. Verranno eseguiti i brani di Zoltan Kodaly, Tomas Luis de Victoria, John Rutter, Giuseppe Mignemi, Mario Lanaro, Mykola Leontovic, John Leavitt. diretto da Silvia Fabbian e presentato da Giorgio Hüllweck, il concerto avrà come protagonisti la Schola Poliphonica Santuario di Monte Berico e la Scuola Campanaria di San Marco, assieme agli strumentisti Barbara Spiandore (flauto), Mauro Dalla Massara (pianoforte), Carlo Prampolini (pianoforte), Diego Massimini (violino). Ingresso libero fino all’esaurimento posti.