Shopping di sabato 19 gennaio in centro a Vicenza con la sperimentazione di “La spesa che non pesa”

138

Sarà sabato 19 gennaio – annuncia una nota comunale – il primo giorno di sperimentazione dell’iniziativa “La spesa che non pesa”, il servizio gratuito che per tutto il mese (domenica 20, martedì 22, giovedì 24, sabato 26 e domenica 27 gennaio), consentirà di fare acquisti in alcuni negozi del centro storico senza l’onere di portare i pacchi con sé.

Il servizio sarà offerto gratuitamente a chi utilizzerà il parcheggio di via Bassano, in zona Stadio, collegato al centro con corse di bus navetta ogni 10 minuti e grazie al quale è possibile raggiungere piazza Matteotti in soli 4 minuti.

Nei giorni della sperimentazione, fino alle 17, sarà dunque possibile fare gli acquisti e lasciare i pacchi in deposito nei negozi che aderiscono all’iniziativa: Kasanova+ (corso Palladio 61); Outlet del Kasalingo (contra’ S. Barbara); Benetton (corso Palladio 99); Fap (corso Fogazzaro 55); Bambù by Il Pagliaio (corso Fogazzaro 58); Tigotà (corso Palladio 151 e piazza Castello 22).

VeLoce”, il servizio distribuzione di merci in centro storico con mezzi elettrici, recupererà i pacchi negli esercizi commerciali aderenti e li recapiterà alla garitta del parcheggio di via Bassano, dove potranno essere ritirati a partire dalle 18 e fino alle 20.

Il servizio di deposito e recapito pacchi sarà gratuito. La tariffa giornaliera per l’utilizzo di parcheggio e bus è di 2,40 euro (a persona). Il biglietto cumulativo, utilizzabile fino a cinque persone, ha un costo di 3,60 euro.

Il servizio sperimentale, realizzato grazie alla collaborazione con Confcommercio, Aim e Svt, è finanziato dal progetto europeo SOLEZ – cofinanziato da Interreg Central Europe -, di cui il Comune di Vicenza è capofila. Da oltre due anni, infatti, Vicenza lavora al progetto insieme a 10 partner provenienti da 7 paesi diversi – Dubrovnik (HR), Graz (AT), Torino (IT), Danzica (PL), Žilina (SK), Università di Zagabria (HR), Centro di Ricerca sui trasporti della città di Brno (CZ), Pannon Business Network Association della città di Sarvar (HU) e KORDIS JMK, ente coordinatore del trasporto integrato nella zona della Moravia meridionale (CZ) – per migliorare le strategie di programmazione delle politiche di mobilità sostenibile sviluppando servizi intelligenti che rispettino il concetto di Low Emission Zone (zona a bassa emissione di carbonio) nelle aree urbane.

I dati raccolti nei giorni di sperimentazione serviranno a perfezionare lo studio di fattibilità del servizio, in vista di una possibile attivazione.

Per informazioni sul progetto Solez: http://bit.ly/progettoSolez.