Legittima difesa, il relatore Zanettin (FI): “correzioni su eccesso colposo”

177

La discussione e il voto degli emendamenti al ddl sulla legittima difesa cominceranno mercoledì alle 11.30 da parte della commissione Giustizia a Montecitorio. Il relatore di minoranza Pierantonio Zanettin di Forza Italia ha espresso parere negativo sugli emendamenti, tranne sui 9 proposti dal suo partito e si e’ soffermato su due aspetti,
chiedendo di migliorare il testo del provvedimento su questi.

Uno e’ il riferimento all’eccesso colposo che, in base al disegno di legge, esclude la punibilita’ per chi agisce in condizione di legittima difesa e “in stato di grave turbamento”. “Il punto e’
che l’espressione ‘grave turbamento’ ha come conseguenza il rischio che l’indagato venga sottoposto a perizia psichiatrica o psichica – ha spiegato in una nota Zanettin al termine della commissione – il che mi pare di poco buon senso e in contraddizione con lo spirito del provvedimento”. Per Forza Italia l’altro fronte da migliorare e’ la questione dell’indennita’, che potrebbe ottenere chi ha subito una reazione per eccesso di legittima difesa. Il partito di Berlusconi vorrebbe escludere il diritto a tale indennita’ economica.

Su questi aspetti il governo, rappresentato in commissione dal sottosegretario alla Giustizia Jacopo Morrone, si e’ riservato di dare risposte pur condividendo il parere negativo sugli emendamenti.