Come annuncia a loro nome Ennio Tosetto, tessera Psi e eletto nella lista Vinòva, i gruppi consiliari di minoranza di centrosinistra del Consiglio Comunale di Vicenza domani mattina 10 ottobre alle ore 12,30, in Contrà Gazzolle presso la sede della Provincia di Vicenza, incontrano la stampa sulla elezione del presidente della Provincia. La sostanza dell’annuncio, secondo varie voci del centrosinistra, sarebbe questa: “a così poco tempo della sconfitta alle amministrative di Vicenza non sarebbe logico né giustificabile con i nostri elettori, appoggiare la candidatura di Francesco Rucco, come annunciato dalla segreteria provinciale del Pd”.

“A dispetto delle differenze sottolineate in campagna elettorale ed emergenti ogni giorno nella gestione della cosa pubblica in città – aggiunge una voce interna al Pd cittadino – sarebbe impossibile la coerenza tra la nostra ferma anche se costruttiva opposizione in Comune e la convergenza in provincia”.

Verrebbe, quindi, da chiedersi, se i consiglieri Pd domani faranno parte della fronda interna, il perché dell’uscita di Chiara Luisetto, segretaria provinciale del Partito Democratico di Vicenza, a favore della candidatura ecumenica di Rucco.

Estemporanea se non concordata prima o una marcia indietro frettolosa per non confermare visivamente le già notevoli somiglianze tra la giunta Variati e quella Rucco legate dal filo sottile ma resistente degli interessi storici e consolidati dei veri centri di potere locali?