Siotto in auto nella domenica ecologica di Vicenza: l’accusa di Selmo e Pupillo (Da Adesso in Poi)

641
Siotto “Gli amici
“Gli amici della gaia gioventù”: ce la presenta l'assessore Siotto

“Le domeniche ecologiche fatte così non servono a niente. Siotto dia il buon esempio invece di prendere la macchina anche nella giornata senz’auto”.

È quanto denunciano in una note con “stupore e sconforto” i consiglieri comunali di minoranza Da Adesso in Poi, Giovanni Selmo e Sandro Pupillo, in riferimento a Simona Siotto, assessore con deleghe a Cultura e Ambiente del Comune di Vicenza.

Ai due, referenti del gruppo oltre che della lista schieratasi al fianco del candidato di centrosinistra Giacomo Possamai, non va giù la gestione delle domeniche ecologiche a Vicenza. “Sappiamo benissimo che il blocco del traffico non risolve, da solo, il problema inquinamento. Ma siamo convinti al tempo stesso che tenere ferme le macchine almeno nelle giornate senz’auto significa fare sensibilizzazione e valorizzazione delle tematiche ambientali e della mobilità alternativa. È quindi assurdo che in una giornata ecologica il comune limiti il traffico, per pochissime ore, alla sola area storica stretta. Contribuendo peraltro a congestionarlo fuori dalle mura. O che, peggio, alcune volte nemmeno realizzi il blocco.

In passato abbiamo presentato diversi atti consiliari chiedendo venissero aumentate e potenziate le domeniche ecologiche, allargando queste giornate ai quartieri, rendendole vere e proprie occasioni di socialità sostenibile. Sarà certamente una richiesta che faremo al nuovo sindaco, con proposte ben strutturate e condivise con i quartieri e pensate per tutte le età, dai pranzi in strada, all’utilizzo gratuito dei mezzi di trasporto. Siamo ben consci che far cambiare le abitudini alle persone è difficile: per questo servirebbe un’azione educativa.

Pur riconoscendo all’assessore Siotto di essersi spesa in talune iniziate a favore delle politiche a tutela dell’ambiente, dobbiamo però altrettanto evidenziarne la confusione e l’incoerenza politica della sua giunta. Prima dichiarando che lei vorrebbe bloccare il traffico in aree più vaste, ma che è la sua stessa giunta, e quindi immaginiamo il sindaco, a dire di no.

E poi confessando candidamente ai microfoni televisivi di essere arrivata in centro, ieri mattina, in macchina. L’assessore all’ambiente, cioè, si muove in auto nella domenica senz’auto, e lo dice tranquillamente, come se non spettasse a lei per prima dare il buon esempio. Cascano le braccia.

Auspichiamo – concludono Selmo e Pupillo – un lavoro da impostare, su questo, con i comuni contermini, in una logica d’area vasta. L’emergenza ambientale è drammaticamente salita in cima all’agenda delle priorità: non è un problema ideologico, è un problema di salute per i cittadini. Non lo si affronta con selfie e buone parole, ma con un impegno ambizioso e coraggioso come quello proposto in queste settimane da Giacomo Possamai per ridurre l’inquinamento urbano anche attraverso il potenziamento della mobilità sostenibile”.


Qui tutta o quasi la storia in divenire delle elezioni amministrative Vicenza 2023