Slot machine “fuori orario” e hashish: operazioni nel Vicentino della Guarda di Finanza

237
sale da gioco fuori orario sette slot machine distrutte accese minorenni sorpresi gioco irregolare

La Guardia di finanza ha scoperto 50 slot machine accesi in fascia oraria protetta in alcuni locali nel Vicentino. Al termine dei controlli nel corso dei quali sono emerse irregolarità, i militari hanno sanzionato i responsabili.

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Vicenza, con i militari della Compagnia di Arzignano, nei giorni scorsi, hanno controllato una sala slot sita a Montecchio Maggiore e tre attività ricettive ubicate, rispettivamente, presso il predetto comune nonché a Chiampo e a Valdagno.

Complessivamente, ai trasgressori, sono state contestate violazioni amministrative che andranno da un minimo di 25.000 euro a un massimo di 75.000 euro per aver tenuto attive le slot machine in orari non consentiti.

Inoltre, nell’ambito di mirati interventi a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei punti nevralgici delle aree urbane, i finanzieri di Arzignano hanno sequestrato, ad Arzignano e a Montecchio Maggiore, decine di dosi di sostanze stupefacenti del tipo hashish.

In particolare, due giovani sono stati segnalati al Prefetto della provincia di Vicenza per l’adozione dei pertinenti provvedimenti amministrativi connessi alla detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale.

“Scopo dell’attività operativa – spiegano dalla Guardia di Finanza – è contrastare tutte le manifestazioni illecite in grado di turbare il libero svolgimento delle attività d’impresa sane e, contemporaneamente, quello di garantire sicurezza ai cittadini. I controlli proseguiranno in tutta la provincia nelle prossime settimane”.