Sospendere l’assicurazione moto in inverno è davvero conveniente?

1946
Assicurazione moto d'inverno
Assicurazione moto d'inverno

La moto è una vera e propria alleata per moltissimi italiani, che la sfruttano al massimo durante l’estate perché consente di bypassare il traffico e raggiungere la propria destinazione senza stress, ma soprattutto in meno tempo. Durante la bella stagione dunque i motociclisti sono ben propensi a sostenere le spese per assicurare il proprio veicolo, consapevoli di quanto sia comodo rispetto all’auto. Cosa accade però con l’arrivo dei primi freddi? Spesso e volentieri la moto viene chiusa in garage, in attesa di poterla sfoggiare nuovamente l’anno successivo. In questi casi, conviene sicuramente sospendere la polizza in modo da non pagare inutilmente l’assicurazione per un veicolo che di fatto rimane inutilizzato per mesi. Come fare però? Scopriamolo insieme.

RC Moto: in quali casi si può sospendere

Precisiamo innanzitutto che non sempre è possibile sospendere l’assicurazione moto: tutto dipende infatti dalla tipologia di polizza che si è stipulata dunque prima di ogni cosa è importante assicurarsi di aver scelto la soluzione giusta. Esistono infatti assicurazioni moto sospendibili ed altre invece tradizionali, che non contemplano tale possibilità.

Il primo passo da compiere per poter approfittare di questo vantaggio dunque è quello di stipulare una polizza sospendibile per la propria moto. Al giorno d’oggi sono diverse le compagnie che offrono tale opzione, dunque è sufficiente cercare la formula più conveniente ed eventualmente cambiare assicurazione.

Come funziona l’assicurazione moto sospendibile

L’assicurazione moto sospendibile è una polizza specifica che permette di ottenere la copertura per un periodo di tempo specifico e di lasciarla congelata per alcuni mesi. Si tratta di un’opzione che è stata pensata appositamente per coloro che usano la moto solo in alcune stagioni dell’anno, lasciandola completamente inutilizzata per il restante periodo. Durante il periodo di sospensione della polizza, ogni garanzia assicurativa viene meno dunque non è possibile circolare si strada e nemmeno parcheggiare il veicolo su suolo pubblico. Naturalmente, non si paga nemmeno il relativo premio.

Ogni compagnia prevede delle clausole specifiche: solitamente il periodo minimo di sospensione è di 30 giorni mentre i limiti massimi possono variare a seconda del contratto che si è stipulato. Una volta che termina il periodo di sospensione, la polizza può essere riattivata dall’assicurato che può tornare a circolare liberamente su strada, pagando naturalmente il premio.

È davvero conveniente la polizza moto sospendibile?

L’assicurazione moto sospendibile risulta effettivamente conveniente per coloro che usano il veicolo solo in alcuni periodi dell’anno e lo lasciano in garage per tutta la stagione invernale. Scegliendo una polizza di questo tipo infatti, nella maggior parte dei casi il periodo che è stato congelato viene conteggiato successivamente. In sostanza dunque la copertura viene prolungata e si paga il premio esclusivamente in base ai mesi in cui la moto è risultata assicurata.

Si tratta insomma di un’opzione decisamente conveniente, che vale la pena prendere in considerazione anche perché sono ormai moltissime le compagnie che offrono tale possibilità dunque si possono confrontare le varie offerte, scegliendo poi quella più vantaggiosa. La polizza moto sospendibile, non a caso, viene scelta da tantissimi centauri al giorno d’oggi, proprio perché consente di risparmiare.