Spiller (per una grande Vicenza): “Sulle alberature e il verde pubblico i conti non tornano”

758
Cristiano Spiller sulle alberature e il verde pubblico a Vicenza
Sul verde pubblico il bilancio dei 5 anni della giunta Rucco è fortemente negativo – scrive nella nota che pubblichiamo Cristiano Spiller, candidato di Per una grande Vicenza. Sugli alberi piantati, poi, siamo ai giochi di prestigio. Ieri il sindaco uscente ha dichiarato di averne piantumati 66 mila in 5 anni: ma i conti non tornano. Nel bilancio arboreo pubblicato poche settimane dallo stesso Comune di Vicenza, e che è un obbligo di legge, si leggono i numeri reali degli alberi piantati dall’amministrazione uscente e già godibili dai cittadini: 20 mila, meno di un terzo di quelli dichiarati; solo 1500 nel 2022.

Il bilancio comunale del verde pubblico certifica la verità che i cittadini già conoscono: la forestazione urbana, uno degli strumenti a disposizione del pubblico per affrontare i temi ambientali come la qualità dell’aria e il contrasto alle bolle di calore, è avanzata pianissimo, nel totale disinteresse di chi ha amministrato la città.

Disinteresse che si vede anche nel ritardo ingiustificato sull’apertura del Parco della Pace, una straordinaria infrastruttura naturalistica frutto della volontà dei cittadini e dell’amministrazione precedente, il cui cantiere non è ancora concluso.
E’ necessario procedere con un piano straordinario del verde pubblico, con nuovi boschi urbani che vadano anche a utilizzare le numerose aree dismesse, con l’alberatura dei viali e delle ciclopedonali, con la cura e la manutenzione dei parchi già esistenti affinché siano per davvero spazi di relazione e socialità.
Cristiano Spiller, candidato di Per una grande Vicenza

Qui tutta o quasi la storia in divenire delle elezioni amministrative Vicenza 2023