Superbonus, Il Sole 24 Ore: “Cessioni, le banche si fermano”

365
superbonus

Gli ultimi aggiornamenti sul Superbonus hanno indotto le banche a una frenata negli acquisti di crediti. Ne parla Il Sole 24 Ore oggi in edicola ricordando che oggi, giovedì 16 maggio 2024, il decreto che rimodula le agevolazioni per i lavori edili è atteso al passaggio definitivo in senato. E, come detto, anche se ancora dovrà passare anche per la Camera, gli istituti di credito hanno comunque deciso di mutare atteggiamento verso le cessioni.

Il quotidiano economico puntualizza che “la macchina degli acquisti di crediti fiscali edilizi si sta già fermando, a causa del blocco delle compensazioni con debiti previdenziali e assicurativi, appena deciso dal Governo e recepito dal Parlamento proprio nella legge di conversione del Dl 39/2024. È un effetto sicuramente atteso, ma che ieri è stato confermato direttamente dagli istituti di credito. L’esecutivo Abi, che si è riunito in mattinata, ha ufficializzato infatti la sua posizione.

Con la stretta in arrivo dal 2025, «per le banche sarebbe impossibile compensare i crediti d’imposta acquistati, incidendo negativamente sulla loro capacità di acquistare ulteriori crediti». Quindi, il blocco delle compensazioni crea un effetto a catena che, già da subito, porterà al blocco di quello che restava in vita del mercato delle cessioni. Resta fuori da questa stretta sulle compensazioni – va sottolineato – Poste che ha ancora attiva la sua piattaforma di acquisto dei crediti”.

Fonte: Il Sole 24 Ore