Tangenziale Nord di Vicenza, il Comitato Albera chiede impegni per il completamento nel decennale dell’intesa

208
bretella albera Tangenziale Vicenza Nord di

Nel decennale del protocollo di intesa per la realizzazione della Tangenziale Nord di Vicenza, il Comitato Albera chiede trasparenza e impegni certi per il completamento. E soprattutto chiede che quanto resta da fare venga fatto con celerità.

Ovvero – ricordano i cittadini – lavori ancora da ultimare per la Bretella e lavori ancora da iniziare per i restanti 3 stralci funzionali: dall’intersezione della SP46 località Moracchino al prolungamento di via Aldo Moro.

Il protocollo di intesa per la progettazione e realizzazione della Tangenziale Nord di Vicenza cui si fa riferimento venne firmato a febbraio del 2014, appunto 10 anni fa, da Comune di Vicenza, Comune di Costabissara, Regione Veneto, Provincia di Vicenza, Ministero Infrastrutture e Trasporti, Autostrada Brescia Padova e Anas.

Il comitato vuole un incontro con loro, al tempo stesso, propone all’attuale sindaco di Vicenza, Giacomo Possamai, “di indire una assemblea pubblica per la totale trasparenza e di rispondere alle domande che la gente di Vicenza si fa circa le modalità di esecuzione, la tempistica, il rispetto del cronoprogramma, l’utilizzo di quattrini pubblici occorrenti per realizzare la Tangenziale Nord e portare fuori dai centri abitati il traffico pesante da e per la città.

Sono 35 anni che la città cerca di superare una situazione che diventa sempre più anacronistica in un tempo in cui si lavora alacremente per incrementare ogni genere di connessione. Occorre accelerare l’iter di progettazione e realizzazione di questa Tangenziale Nord di Vicenza”, conclude il Comitato Albera “No Tir Sì Tangenziale Nord per la Vita”.