Tavolo acque minerali e bibite, assessore Donazzan: “Bene investimenti e occupazione, importante tutelare il marchio Recoaro”

291
Recoaro, un marchio da tutelare
Recoaro, un marchio da tutelare legato al territorio

Le produzioni di bevande a marchio Recoaro, attualmente realizzate nello stabilimento Spumador di Recoaro Terme e, in parte, nello Stabilimento San Pellegrino di San Giorgio in Bosco, sono state al centro dell’incontro del tavolo sulle acque minerali e bibite avvenuto nella serata di ieri in Regione. Era presente l’Assessore al lavoro Elena Donazzan, assistita dall’Unità di crisi aziendali di Veneto Lavoro, con i vertici delle aziende San Pellegrino – gruppo Nestlè e Spumador – gruppo Refresco e le organizzazioni sindacali di categoria Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil.

“Abbiamo lavorato tutti nella stessa direzione – afferma l’assessore Donazzan – La crisi dello stabilimento di Recoaro Terme, che avevamo preso prontamente in carico come Regione e Unità di crisi aziendali e che appariva drammatica appena qualche anno fa, è oggi alle spalle. In Veneto, Spumador e San Pellegrino hanno posto in essere strategie industriali declinate in importanti investimenti e abbiamo valorizzato il confronto con le Parti sociali rendendolo costruttivo in termini di welfare aziendale, prevenzione, sicurezza e sostenibilità”.

Nel corso dell’incontro è stato affrontato anche un altro tema fondamentale, quello del marchio Recoaro: “Concordemente con le Parti sindacali – ha ribadito Donazzan -, riteniamo debba identificare in modo univoco non solo l’acqua, ma anche le produzioni di bibite realizzate nel territorio dell’omonimo comune vicentino. Riteniamo che il marchio Recoaro sia un importante elemento distintivo, un bene da tenere ancorato alle produzioni del territorio che, identificandone l’origine, possa garantire e valorizzare nel tempo questo legame. Nella direzione della maggiore protezione e valorizzazione delle indicazioni geografiche procedono oggi anche le istituzioni europee, basti pensare che il recente Regolamento 2411 del 2023 estende i principi propri del mondo agroalimentare anche ai prodotti artigianali ed industriali. Abbiamo registrato l’apertura e la disponibilità delle aziende a definire strategie compatibili con la nostra idea, il prossimo aggiornamento nei prossimi giorni, in cui sarò in visita allo stabilimento di Recoaro Terme”.