Parapiglia di fronte tabaccheria in centro a Vicenza, zuffa tra senzatetto e cittadini: intervento della Polizia locale e dell’esercito

515
tabaccheria vicenza

Due senzatetto intenti ad armeggiare di fronte l’ingresso di una tabaccheria in centro a Vicenza sono stati distolti dal loro intento dall’intervento di due cittadini. Come riportato dalla stampa locale oggi in edicola, l’episodio si è verificato ieri pomeriggio, intorno alle 14 e 30, mentre l’esercizio commerciale nei pressi di Corso Palladio era chiuso.

In tutta la vicenda si è registrato anche l’intervento dei militari da alcuni giorni impegnati in città nell’ambito dell’operazione Strade Sicure (leggi qui).

Questa la ricostruzione riportata da Rebecca Luisetto de Il Corriere del Veneto: “Due tossicodipendenti senza fissa dimora, evidentemente sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, hanno tentato un furto. Senza curarsi minimamente di essere visti all’opera. Armati di cacciavite e bastoni, hanno provato a scassinare la serranda di una tabaccheria, che era stata abbassata perché in orario di chiusura.

A vederli armeggiare con la serranda il titolare di un bar di fronte alla tabaccheria, intervenuto insieme ad un suo collaboratore. Non sono servite le numerose richieste di andarsene e di ritornare una volta che la tabaccheria sarebbe stata aperta. I due malviventi avrebbero iniziato a dare di matto, urlando che avevano perso nel negozio il cellulare, e minacciando i due baristi. I quali, a questo punto, si sarebbero difesi.

Ne è quindi nata una rissa, dove uno dei due tossicodipendenti avrebbe riportato una lesione alla testa, anche se si tratterebbe soltanto di una ferita lieve. Preso in cura dal personale sanitario del Suem, è stato portato al pronto soccorso del San Bortolo per accertamenti, ma subito dimesso. Tanto che gli agenti arrivati in ospedale per prenderlo in custodia non lo hanno più trovato”.

Mentre quest’ultimo è stato comunque rintracciato successivamente mentre era intento a prendere un autobus diretto a Bassano del Grappa, l’altro soggetto è stato fermato subito dalla polizia locale di Vicenza.

Gli agenti stanno indagando basandosi sulle testimonianze delle persone coinvolte e su alcuni filmati effettuati da telecamere di sicurezza presenti in zona e da alcuni passanti con i propri smartphone.

Il Giornale di Vicenza fornisce invece una versione leggermente diversa. Da quanto riportato da Valentino Gonzago, che ha sentito la titolare della tabaccheria, i due avevano realmente smarrito lo smartphone nell’esercizio commerciale e il loro intento era di lasciare un biglietto sulla vetrina.

Fonte: Il Corriere del Veneto e Il Giornale di Vicenza