“Ti RIFIUTI di vederlo?” la campagna di AIM Ambiente contro l’abbandono dei rifiuti

241

Parte oggi la campagna di AIM Ambiente contro l’abbandono dei rifiuti. Il dato che vuole essere abbattuto è quello che riporta che a Vicenza, del totale dei rifiuti prodotti, circa il 2% viene abbandonato. “TI RIFIUTI DI VEDERLO?”. Questo è il titolo provocatorio della nuova campagna che è stata presentata questa mattina in piazza Matteotti dall’Amministratrice unica di AIM Ambiente Maria Menin, insieme all’assessore al territorio Lucio Zoppello. Non presente invece il sindaco Francesco Rucco per via di una giunta straordinaria sul caso Campo Marzio.

Il titolo della campagna fa riferimento alla tendenza all’abbandono di rifiuti, spesso ingombranti, al di fuori dei cassonetti. E riprendendo questo fenomeno, per la conferenza di questa mattina è stata predisposta una grande lavatrice gonfiabile in piazza Matteotti a due passi dal Teatro Olimpico, come a dire: anche ora ti rifiuti di vederlo?
Diamo avvio oggi ad una campagna che ha l’intento di sensibilizzare sia i cittadini virtuosi sia quelli non virtuosi. L’obbiettivo è quello di combattere l’abbandono dei rifiuti. Un comportamento che causa ingenti danni, prima di tutto ambientali, ma anche economici e di immagine” ha spiegato Menin. La campagna vuole infatti invitare i vicentini ad una raccolta differenziata consapevole, utile magari a scoraggiare quei gesti, come l’abbandono, che non fanno altro che danneggiare la città.
La campagna vuole istruire ed informare ad ampio raggio tutti i cittadini e si diramerà attraverso diverse vie di comunicazione. Oltre alla lavatrice gonfiabile che apparirà anche in altre zone della città, saranno distribuiti infatti dépliant specifici, e saranno moltissimi i cartelloni pubblicitari e i banner che già stanno iniziando ad essere visibili per le strade. Non solo, è stato creato un mini sito web, tirifiutidivederlo.it, che riprende in maniera creativa i concetti alla base della campagna di AIM Ambiente. Oltre a consigli pratici sulla raccolta differenziata infatti nel sito ci si potrà anche cimentare in un quiz che svelerà il proprio grado di attenzione alla raccolta. “Tutto questo ha lo scopo di arrivare ad avere una città più pulita, accogliente e con cittadini responsabili” ha concluso Menin.
Una campagna che può davvero risultare utile, a patto che venga presa in reale considerazione dal pubblico. “Educazione ed informazione devono essere due facce della stessa medaglia” ha aggiunto a riguardo Zoppello. Perché, riprendendo un manifesto pubblicitario lanciato da questa campagna, forse ignori il problema, ma abbandonare i rifiuti è un atto incivile e causa gravi danno all’ambiente, alla città e alla tua salute.

 

Nota ufficiale di Aim Ambiente

Parte la campagna di AIM Ambiente contro l?abbandono dei rifiuti

 

Punta sul paradosso dell?immagine ma, soprattutto, sulla sensibilizzazione dei cittadini, la nuova campagna di informazione che AIM Ambiente ha presentato questa mattina per combattere il deprecabile fenomeno degli abbandoni dei rifiuti, sia ingombranti che ordinari, al di fuori dei cassonetti.

È infatti una enorme lavatrice arrugginita quella che campeggia nel fotomontaggio del visual della campagna che ha per sfondo lo splendido Palazzo Chiericati, rinforzato dallo slogan ?Ti rifiuti di vederlo? riferito al rifiuto, grande o piccolo che sia, depositato nei pressi delle strutture.

La campagna illustrata questa mattina in piazza Matteotti dall?Amministratrice unica di AIM Ambiente Maria Menin, alla presenza dell?assessore al territorio Lucio Zoppello, ha proprio l?obiettivo di invitare la cittadinanza ad una raccolta differenziata consapevole, per scoraggiare piccoli gesti di incuria che però deturpano il decoro e l?immagine di una bella città come Vicenza. La conferenza stampa si è tenuta proprio di fronte ad una sagoma gonfiabile alta tre metri, con la medesima forma e colori della lavatrice del manifesto.

L?AU Maria Menin ha ricordato, assieme ai criteri e alle motivazioni che supportano la campagna, anche i vari strumenti che sono stati preparati per dare efficacia e concretezza a questa iniziativa. Già con le comunicazioni Tari di queste settimane, il messaggio è iniziato ad entrare in tutte le case dei vicentini; e nei prossimi mesi, l?iniziativa della lavatrice gonfiabile si ripeterà in tre piazze dell?hinterland in concomitanza con i mercati rionali. In quelle occasioni, saranno distribuiti dépliant specifici realizzati per questa campagna, saranno consegnati materiali ma anche fornite informazioni sui molti modi per svolgere la raccolta differenziata e per evitare gli abbandoni dei sacchetti o di altri materiali.

Sul versante della comunicazione multimediale, è stato creato un mini-sito web all?indirizzo tirifiutidivederlo.it che riprende e sviluppa concetti, grafica e consigli propri della campagna di sensibilizzazione e nel quale ci si potrà cimentare nel quiz che svelerà il nostro grado di attenzione alla raccolta differenziata; sarà condotta una mirata attività di presenza nei social; è stata potenziata la sezione ?Dove lo butto? del sito aimambiente.it; è stata pianificata una intensa presenza affissionistica, con manifesti posizionati alle fermate degli autobus e nei retro pannelli delle paline sempre alle fermate dei bus, oltre a maxi manifesti 6 metri per 3 posizionati per 15 giorni nelle principali arterie di ingresso alla città; è stata infine predisposta un?articolata presenza di advertising sui media locali e uno spot per televisioni e web.

«Se da una parte dobbiamo ringraziare la stragrande maggioranza dei vicentini per aver fatto assieme a noi, un percorso significativo portando in questi anni la raccolta differenziata al 72%, la più alta tra i capoluoghi italiani con oltre 100 mila abitanti, purtroppo siamo coscienti ? ha dichiarato Maria Menin – che dobbiamo lavorare ancora molto, anche con la collaborazione e la capacità di dissuasione dei vicentini più sensibili, per convincere quella parte di cittadini ad amare di più il loro quartiere e la loro città. È importante, infatti, lasciare sempre in ordine le isole ecologiche, fare qualche piccolo sacrificio in più ad esempio nel piegare i cartoni per inserirli nelle campane, utilizzare le 4 riciclerie sempre attive, sfruttare l?Ecomobile presente ogni giorno nei 6 mercati rionali, e così via. È una importante campagna di civiltà che troverà piena disponibilità da parte di AIM Ambiente, sia nell?impiego di personale, strutture e attività sempre moderni ed efficaci, sia nella piena collaborazione con l?amministrazione comunale e con la cittadinanza stessa nel cercare di offrire sempre un servizio qualificato alla città».

 

«Come Amministrazione comunale ? ha sottolineato l?assessore Zoppello ? siamo fortemente convinti che anche sul tema dello smaltimento corretto e ordinato dei rifiuti, prima di tutto occorra lavorare sull?informazione e sull?educazione, e solo in un secondo tempo, sul contrasto e sulla eventuale repressione. Ben vengano, quindi, iniziative di comunicazione così interessanti e sistematiche come quella che parte oggi, promossa da AIM Ambiente, finalizzate a far conoscere ai cittadini le molte forme di conferimento dei rifiuti, per contribuire a rendere ogni giorno di più la nostra città più elegante e curata».

 

(Nella foto da sx: Ruggero Casolin, Maria Menin, Lucio Zoppello)