Clima letteralmente arroventato quello che ha dominato l’undicesima edizione di Trans d’Havet, che si chiude oggi a Valdagno. Quasi 650 si sono presentati sui due parterre di Piovene Rocchette, da cui si è staccata la Ultra Marathon 80k, e Recoaro Terme, scenario delle partenze, per la Trans d’Havet, sia della Recoaro Marathon 40k, sia della Montefalcone Half Marathon 24k.

Vittoria di giornata ad Alessio Zambon (Vicenza Marathon-La Sportiva), davanti a Vittorio Marchi (ASD Team Km Sport) e Jimmy Pellegrini (Bergamo Stars Atletica-Skinfit-HokaOneOne) e Alessandra Olivi (ASD Scarpe Bianche-Scarpa/Mico), vincitrice su Marialuisa Tagliapietra (United Trail&Running) e Marta Cunico (Ultrabericus Team ASD).

Nella Recoaro Marathon di 40km trionfo bis di Diego Angella (Atletica Brescia-Marathon-Scotto-Gialdini) su Christian Modena (Lagarina Crus Team) e Matteo Andriola (Unione Sportiva Aldo Moro). Al femminile successo firmata da Irene Saggin (Ultrabericus Team ASD) su Gaia Signorini (Runners Team Zanè) e Angela Trevisan (GP Turristi Montegrotto).

Infine, la Montefalcone Half Marathon con i suoi 24km ha incoronato Ruggero Pianegonda (Sport Race ASD), vincitore su Luca Marchioro (Skyrunners Le Vigne Vicenza) e Michele Meridio (Runners Team Zanè-Brooks Trail Runners). Prova rosa invece assegnata a Giulia Zaltron (Marunners) che ha chiuso davanti a Veronica Maran (Skyrunners Le Vigne Vicenza) e Liliana De Maria (Facerunners ASD).

Articolo precedenteFerragosto di pace 2022: tutti “Skalp no war” pure sulle spiagge
Articolo successivoApparati Repressivi di Stato contro la società civile: cariche a studenti di Verona e Torino, arresti sindacalisti a Piacenza
Giovanni Coviello (nato l'8-12-1950), dopo aver affiancato al lavoro di marketing e comunicazione da imprenditore nel mondo dell'informatica e dopo essere stato anche responsabile editoriale dell'inserto mensile di Pc Week e free lance del mensile Espansione di Mondador dal 1993 al 1994, è il fondatore e direttore responsabile di ViPiu.it, nata come testata cartacea VicenzaPiù il 25 febbraio 2006, poi cresciuta dal 2008 con la sua versione web, che ha integralmente sostituito quella cartacea dal 1° gennaio 2016, e che, da due anni, ha assunto la denominazione attuale, non connotata geograficamente, a significare che il quotidiano web indipendente si occupa di notizie e approfondimenti su u Vicenza/Veneto/Italia/Borghi d'Italia/Europa/Mondo. Dopo un'iniziale esperienza da ingegnere elettronico come ricercatore volontario universitario a Roma (1976) e il servizio militare in Marina Militare come ufficiale di complemento (Accademia di Livorno, 1976-78) ha maturato varie esperienze di vertice, nazionali e internazionali, nel settore dell'informatica (1978-1993), ha ricoperto cariche in Confindustria Roma e Apindustria Vicenza, quindi si è occupato di marketing e gestione sportiva di vertice (volley femminile di A1 a Roma e Vicenza) anche da vice presidente della Lega di Pallavolo Femminile di serie A, è stato direttore editoriale di un inserto di marketing internazionale su Pc Week (Mondadori Informatica), collaboratore di Espansione (Mondadori), per poi concentrarsi direttamente dal 2008 sulle edizioni giornalistiche. È giornalista professionista da gennaio 2020, ha curato vari libri e pubblicato direttamente, tra questi, “Vicenza. La città sbancata”, “BPVi. Bugie Popolari Vicentine”, “BPVi. Risparmiatori ingannati. L’azione di (ir)responsabiltà”, “Roi, la fondazione demolita”. "Babca Popolare di Vicenza. La cronaca del processo"