Dopo solo la prima puntata (lanciata su Vicenzapiu.com) sta già avendo una grande eco in Albania, e non solo, la nostra inchiesta su quanto sta succedendo ai clienti e ai, presunti, debitori di Veneto Banka Sh. A., la controllata di Veneto Banca ora passata di proprietà, nell’ambito del famoso euro pagato per le due ex popolari venete, a Intesa Sanpaolo e i cui Npl da Sga sono stati dati in gestione alla Tranzit Sh.P.K., una società di recupero crediti che fa capo a una holding russoamericana, la NCH Capital.

Ecco uno dei numerosi commenti (la traduzione è di Google), quello letto sulla pagina Facebook di Sindikata Banka, a “Veneto Banka in Albania e crac bancari, Aron C. tira in ballo Intesa, Sga e loro presunte propaggini all’Est come la Tranzit, russo… americana“, la prima puntata dell’inchiesta pubblicata su Bankileaks, il nuovo sito di Informazione finanziaria senza censura dedicato dal network VicenzaPiù alla pubblicazione di fatti e documenti altrove non reperibili o difficilmente rintracciabili.

Lo scandalo del fallimento di Veneto Banca in Italia con le conseguenze negative per Veneto Banka in Albania  ha proporzioni straordinarie. Il rilevamento di fatti sospetti, oggetto di indagine per la commissione d’inchiesta parlamentare italiana, ha risvegliato l’interesse dei media italiani. Abbiamo a che fare con molti segreti sulla dubbia modalità di fallimento della banca veneta in Albania. Come i prestiti ai clienti sono spariti e come sono stati licenziati i dipendenti delle attività commerciali, il direttore e i reparti del direttore che hanno avuto a che fare direttamente con clienti e crediti. Ringraziamo Vicenzapiù Quotidiano Web per l’attenzione mostrata“.

A breve la prossima puntata, in preparazione con attenzione ai documenti, qui e su Bankileaks invitando a contattarci scrivendo a [email protected] chi sa e può documentarci eventuali anomalie oltre a chi ci ha già contattato rischiando in prima persona e che, perciò, non va lasciato solo.

E solo, lo assicuriamo a chi già cerca la nostra fonte, già non è… La nota di Sindikata Banka (un’associazione…) ne è la prova visibile.

Articolo precedentePadre e madre e non “genitori” sui documenti e scudo ai funzionari per indennizzi illeciti: chi sono i genitori del governo delle banane?
Articolo successivoRimborsi ai risparmiatori truffati, Repubblica: resta in bilico decreto
Giovanni Coviello (nato l'8-12-1950) è il direttore responsabile di ViPiu.it, nata come testata cartacea VicenzaPiù il 25 febbraio 2006, poi cresciuta dal 2008 con la sua versione web, che ha integralmente sostituito quella cartacea dal 1° gennaio 2016, e che, da due anni, ha assunto la denominazione attuale, non connotata geograficamente, a significare che il quotidiano web indipendente si occupa di notizie e approfondimenti su Veneto (focus Vicenza), Nord est in genere, Lazio con focus su Roma istituzionale e storica, Riviera di Ulisse e Monti Aurunci, Italia e uno sguardo su Europa e mondo. Dopo un'iniziale esperienza da ingegnere elettronico come ricercatore volontario universitario a Roma (1976) e il servizio militare in Marina Militare come ufficiale di complemento (Accademia di Livorno, 1976-78) ha maturato varie esperienze di vertice, nazionali e internazionali, nel settore dell'informatica (1978-1993), ha ricoperto cariche in Confindustria Roma e Apindustria Vicenza, quindi si è occupato di marketing e gestione sportiva di vertice (volley femminile di A1 a Roma e Vicenza) anche da vice presidente della Lega di Pallavolo Femminile di serie A, è stato direttore editoriale di un inserto di marketing internazionale su Pc Week (Mondadori Informatica), collaboratore di Espansione (Mondadori), per poi concentrarsi direttamente dal 2008 sulle edizioni giornalistiche. È giornalista professionista, ha curato vari libri e pubblicato direttamente, tra questi, “Vicenza. La città sbancata”, “BPVi. Bugie Popolari Vicentine”, “BPVi. Risparmiatori ingannati. L’azione di (ir)responsabiltà”, “Roi, la fondazione demolita”.