Veneto riciclone. L’XI rapporto Anci-Conai sulla raccolta differenziata dei rifiuti consegna il gradino più alto del podio alla regione con il 75,9% di rifiuti differenziati raccolti. Seguono Sardegna con 74% e Lombardia 73%.

Se però si guarda l’incremento rispetto al report precedente (quello basato sui dati del 2019) nel 2020 il Veneto ha “tenuto”, aumentando la sua performance solo del 3%. La Sardegna, invece, ha fatto registrare un +13,9 % e la Lombardia +4,8%.

Resta ovviamente un risultato di tutto rispetto. I dati che riguardano la raccolta di materiali come vetro, carta, plastica, alluminio, acciaio, legno e compostabile sono stai esposti questa mattina in una conferenza stampa a Roma.

L’evento è stato inoltre l’occasione per presentare Open, il portale realizzato da Anci e Conai nell’ambito dell’Accordo 2020 – 2024, per contenere in cifre e grafici l’impegno dei comuni italiani nella raccolta differenziata ed i corrispettivi economici a copertura dei maggiori oneri.

“Puntiamo a rendere trasparenti ed accessibili al pubblico tutte le informazioni relative alle raccolte differenziate ed ai corrispettivi erogati dai Consorzi di filiera”, ha sottolineato stamane il presidente del Consiglio nazionale Anci, Enzo Bianco.

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, parla di numeri gratificanti commentando il dato del Veneto riciclone.

“Abbiamo conquistato da tempo il podio di regione riciclona – dice -. Ce lo riconoscono in tanti e oggi anche l’XI rapporto Anci-Conai, che fa riferimento ai dati del 2020, quando si era in piena pandemia da Covid-19. Un risultato eccezionale che dimostra come ci sia un grande lavoro e una grande attenzione della Regione per la salvaguardia del territorio. 

Ricordo che da tempo in Veneto abbiamo cominciato a concentrare la nostra attenzione sulla possibilità di riutilizzare, aggiustare, rinnovare e riciclare i materiali e i prodotti esistenti con l’obiettivo di trasformare in risorsa quel che normalmente viene buttato semplicemente”. 

Parole alle quali ha fatto da Eco il pensiero di Gianpaolo Bottacin, assessore all’Ambiente della Regione del Veneto: “Il percorso virtuoso viene consolidato dal fatto che abbiamo appena approvato, come Regione Veneto, l’aggiornamento del Piano Rifiuti che prevede la dismissione delle discariche entro il 2030 e un ulteriore incremento della raccolta differenziata”.