VicenzaPiù, 18 anni e non sentirli: in video al Bistrot del tennis Palladio l’elogio della follia di Giovanni Coviello

Lunedì 26 febbraio molti esponenti della politica e delle imprese, tra cui il giovane sindaco Giacomo Possamai, hanno celebrato i 18 anni del giornale di vera informazione, con annessa presentazione dei progetti futuri

1090

Lunedì 26 febbraio la grande sala del Bistrot del tennis Palladio di Vicenza si è riempita di persone di ogni età, curiosi, neofiti, ma anche esponenti della politica e delle imprese e delle associazioni di Vicenza, per rendere omaggio ai 18 anni di VicenzaPiù, il giornale che, strano ma vero, nel capoluogo berico osa essere indipendente e libero dal 2006 (il video integrale della serata è in copertina dopo lancio delle 0.43, il n. 5 è online dal 25 febbraio per gli abbonati cliccando qui ed è acquistabile in 115 edicole di città e dintorni da martedì 27 febbraio, ndr).

Intermezzo musicale

La serata è stata introdotta da un brano non casuale, “La libertà” di Giorgio Gaber interpretato dalla bellissima voce della giovane Nova accompagnata alla chitarra da Francesco.

Un presentatore frizzante

Il padovano Alberto Gottardo, speaker per The Morningshow, ex conduttore con Cruciani e Parenzo de La Zanzara su Radio24 e disiscrittosi, come Feltri, dall’albo dei giornalisti, ha contribuito con il suo tagliente sarcasmo, a ripercorrere, per quanto possibile, l’esperienza dell’ingegner Coviello e i vari passaggi delle sue varie vite, da ingegnere, imprenditore pioneristico nell’informatica, dirigente di successo nel volley femminile ed infine giornalista con la schiena dritta, spesso “castigato” dai poteri forti per la sua follia di insistere nel dire le cose come stanno (in copertina il video integrale della serata).

Due riconoscimenti importanti

Mentre sullo sfondo sfilavano tutte le copertine di tutti i numeri di VicenzaPiù, Coviello ha ricevuto due targhe, una dai lavoratori della Askoll venuti da Asti, e una dall’associazione Ezzelino III da Onara, rappresentante dei risparmiatori truffati dalle banche venete. In entrambi i casi è stata riconosciuta l’importanza del lavoro di VicenzaPiù per ridare giustizia e dignità alle persone.

La collaborazione con il volley e la presenza del sindaco

Spazio anche all’incontro tra il passato e il presente (e futuro) amministrativo di Vicenza, cioè l’ex sindaco (e poeta per VicenzaPiùViva) Enrico Hüllweck e l’attuale primo cittadino Giacomo Possamai. Il primo ha elogiato l’indipendenza del giornale di Coviello, il secondo il coraggio di tornare alla carta stampata.

Il sindaco Possamai con il direttore Coviello e la rappresentanza del Vicenza Volley
Il sindaco Possamai con il direttore Coviello e la rappresentanza del Vicenza Volley

Il passato di Coviello, il volley, è anche in qualche modo il futuro del giornale, che sarà distribuito, nella nuova versione cartacea, a tutti gli spettatori paganti alle partite del Vicenza volley, che ha presenziato alla serata con il presidente Andrea Ostuzzi e alcune giocatrici.

I progetti recenti: la rivista e il libro

Infine una breve presentazione, giusto per incuriosire i lettori, del numero 5 di VicenzaPiùViva, in edicola a Vicenza e in diversi paesi della provincia dal 27 febbraio, e che si può leggere online abbonandosi cliccando qui, e del libro Vicenza città (quasi) bellissima di Tommaso De Beni, disponibile da qualche giorno su Amazon e nelle migliori librerie di Vicenza.