VicenzaPiù Viva n.4 ancora in edicola col mondo delle escort al centro. Video presentazione col libro di De Beni “Vicenza città (quasi) bellissima”

Il cartaceo diventa mensile con Tecnologicamente e Vicenza Cool. In anteprima il libro Vicenza città (quasi) bellissima

1626
VicenzaPiù Viva n. 4
VicenzaPiù Viva n. 4

Mercoledì 24 gennaio al bar Matteotti di Vicenza si è tenuta la presentazione del numero 4 di VicenzaPiù Viva (a breve il video integrale), la ritrovata versione cartacea del giornale, dal 2008 anche testata online e che compirà il 25 febbraio 2024 la maggiore età, 18 anni,. con un numero speciale in arrivo. Un giornale quindi storico, ma giovane, se rapportato in età umana, e del resto la parola giovani è stata ricorrente durante la presentazione del fondatore e direttore Giovanni Coviello, sia per quanto riguarda i contributi, sia per quanto riguarda il pubblico dei lettori.
<

Sala affollata

Presenti tra il pubblico che ha affollato la saletta del Matteotti anche Isabella Sala, Vicesindaca e Assessora alle risorse economiche, al lavoro e alle pari opportunità, i consiglieri comunali Jacopo Maltauro e Benedetta Ghiotto, Lucio Zaltron, di IdeAzione, autore e poeta anche su VicenzaCool, Antonella Montanari di RadioVicenza, Andrea Ostuzzi e Laura Spanevello, rispettivamente presidente e responsabile marketing di Vicenza Volley, Marco Meletti, responsabile della comunicazione del Gruppo Battistolli, il comandante della polizia locale e autore della rubrica sui boomers Massimo Parolin.

Focus di VicenzaPiù Viva su escort e prostituzione

VicenzaPiù Viva n. 4
VicenzaPiù Viva n. 4

Il direttore Coviello ha riassunto brevemente la storia degli ultimi quattro numeri della nuova versione cartacea di VicenzaPiù, che dal 21 gennaio in poi avrà cadenza mensile e sarà accompagnata sempre da supplementi, prima di spiegare il tema centrale che è quello delle escort e della prostituzione in città. In questo numero abbiamo come supplementi Tecnologicamente, che cerca di divulgare temi tecnologici in varie sfaccettature e che siano a portata di tutti, e VicenzaCool, che si occupa di cultura in vari modi e varie forme. VicenzaPiù Viva n. 4 è in edicola con 48 pagine più due speciali in allegato (“TecnologicaMente. La tecnologia a portata di mente“, 48 pagine, e “VicenzaCool. Culturalmente e non solo“, 32 pagine) al costo di 4 euro ((ci si può abbonare alla versione web cliccando qui, con un contributo di 24 euro che comprende anche altri servizi esclusivi e con 48 euro per avere accesso anche all’archivio completo dei 281 numeri della prrima serie di VicenzaPiù

Apprezzamenti dal pubblico per le pubblicazioni di VicenzaPiù

Il comandante Parolin si è complimentato con il direttore per il modo molto preciso in cui è stato affrontato il tema della prostituzione (che di per sé non costituisce reato, viene invece punito lo sfruttamento o l’istigazione), sotto molteplici punti di vista: statistico, psicologico, per certi versi anche storico, etc. La vicesindaca Sala ha invece elogiato il coraggio del direttore nel tornare al cartaceo sottolineando come il suo sguardo di vicentino di adozione dal ’92, ma non di nascita, possa averlo facilitato nel fornire un’immagine più lucida e precisa della città. Ha inoltre apprezzato l’avverbio “quasi” del titolo del libro “Vicenza. Città (quasi) bellissima”, (in offerta speciale fino al 15 febbraio 2024 a 12 euro trasporto incluso) sul nostro shop e, ovviamente, su Amazon e acquistabile in libreria).

Vicenza. Città (quasi) bellissima
Vicenza. Città (quasi) bellissima

Anteprima del libro “Vicenza città (quasi) bellissima”

La presentazione infatti è stata l’occasione di anticipare brevemente l’esordio di Tommaso De Beni, giornalista formatosi proprio a VicenzaPiù, che ha scritto Vicenza città (quasi) bellissima, un libro che mette in rassegna alcuni esempi, come l’ex Macello, la gru e le piante, di “brutture” che rischiano di oscurare le bellezze di architetti come Palladio e Scamozzi, fermo restando che il bello non dovrebbe essere relegato solo al centro storico, e fuori da ogni intento polemico o dietrologico su chi ha fatto cosa, ma con uno speranzoso sguardo al futuro della città.


Ecco l’editoriale di VicenzaPiù n. 4 che tratteggia anche gli argomenti trattati con un longform sul mondo delle “escort” e con alcuni temi richiamati nei seguenti riquadri in copertina:

Vicari e Schiavo:
“osto” e grappaiolo a modo loro

Caracol Olol Jacksos:
no profit di lotta, lavoro e cura

Cold case:
ecologista Pretto
ministro Bisaglia

Zaramella:
il medico a capo dei consiglieri

VicenzaPiù Viva n. 4 

VicenzaPiù Viva si fa in tre con TecnologicaMente e VicenzaCool, allarga la sua visuale e diventa mensile con più pagine e collaboratori. Per la comunità

Prima di tutto buon anno care lettrici e cari lettori di VicenzaPiù Viva. E poi tre grazie. Il primo ve lo meritate per il successo che avete decretato ai primi 3 numeri di VicenzaPiù Viva cartaceo, per alcuni una follia editoriale; il secondo per l’ottima accoglienza che state riservando ai due speciali “TecnologicaMente” e “VicenzaCool”, che alleghiamo anche a questo numero.

Il terzo ce lo aspettiamo ora da voi perché VicenzaPiù Viva prova a diventare da bimestrale mensile a partire da fine febbraio e in ogni numero allegherà alternativamente lo speciale TecnologicaMente e Vicenza Cool, aggiungendo solo 1 euro a fronte di un numero molto maggiore di pagine e nuovi contenuti, per la cui qualità e quantità la redazione è dovuta crescere. Non a caso un nostro collaboratore a pubblicare con noi il libro “Vicenza, città (quasi) bellissima”, di cui scriviamo a pagina 12 di Vicenza Cool.

Se, quindi, sarà quello che ci aspettiamo il vostro grazie, insieme a quello crescente degli inserzionisti, VicenzaPiù Viva vi accompagnerà con sempre maggior forza nel tenervi informati, in parallelo al lavoro h24 della nostra testata online i ViPiu.it alias VicenzaPiu.com, con approfondimenti originali e, spesso, fuori dal coro come assicura la nostra tradizione editoriale. E sarà ancora maggiore l’attenzione a temi che toccano la nostra comunità e non solo (nel n. 3 la Parità di genere, in questo numero le analisi del fenomeno delle escort in città e l’illuminante intervista in esclusiva a una di loro.

È così che proviamo ad alzare il tiro per spingere la città a migliorarsi e i suoi rappresentanti, politici e istituzionali, pubblici e privati, a fare sempre di più perché alle loro promesse seguano i fatti.

Se la nostra inchiesta sul caso del nuovo gestore dei parcheggi, la GPS, ha portato l’attuale amministrazione comunale a guida Possamai a discutere e ridiscutere con l’azienda il rispetto degli accordi sottoscritti; se il portavoce del sindaco attuale ci ha risposto che sui controlli contrattuali delle pubblicazioni de La città di Vicenza, il trimestrale prima “rucchiano” ora “possamaiano” di Palazzo Trissino,  nulla può fare perché erano di competenza del precedente direttore generale (?); se l’attuale direttore (direttrice) generale, Michela Cavalieri non ha risposto alle nostre ripetute domande, confermandoci col silenzio che lo stipendio che percepiva prima in Adacta era inferiore a quello attuale in Comune e che in quello studio professionale non esercitava le inesistenti funzioni di direttore generale…

Beh, se tutto questo è vero, VicenzaPiù Viva (e ViPiu.it) sono più che utili, dal 2006, alla città, ma lo saranno ancora di più non trascurando di scandagliare i particolari, come le nomine della vecchia casta in ruoli significativi e, soprattutto, il loro operato, ma affrontando tematiche in cui le voci e le coscienze, entrambe al plurale e pluralistiche, della comunità saranno chiamate a svolgere con più attenzione il loro ruolo di controllo di chi amministra e gestisce, il pubblico e il privato.