Villa Capra Bassani a Sarcedo, in provincia di Vicenza, ritorna all’antico splendore

Villa Capra Bassani a Sarcedo (Vicenza)
Villa Capra Bassani a Sarcedo (Vicenza)

Terminati i lavori di restauro delle facciate, delle statue e del timpano di Villa Capra Bassani a Sarcedo, in provincia di Vicenza. Torna al suo antico splendore la dimora storica del 1700, esempio di architettura neoclassica e del rinascimento palladiano. I lavori sono iniziati la scorsa estate a cura della vicentina Arcart srl, specializzata nel restauro monumentale e architettonico e sono terminati a metà marzo con lo smontaggio dell’ultimo ponteggio.

Da studi effettuati è emerso che l’impianto della villa di Sarcedo è del Cinquecento mentre risale al 1700 l'impostazione del disegno e l'impianto attuale. “L’intervento della villa, dato è un lavoro minuzioso, complesso e anche piuttosto lungo – sottolinea Xavier Angelo Robusti, titolare di Arcart. - Non sempre quello che si vede a terra in fase di progettazione corrisponde alla realtà. Ad esempio, da una prima analisi l’interno del timpano di Villa Capra Bassani sembrava in pietra e poi si è rivelato in stucco, quindi realizzato con un materiale più delicato e deteriorabile. Per effettuare un ottimo lavoro nei tempi stabiliti, serve capacità di analisi e allo stesso tempo trovare soluzioni efficaci. L’importante è l’attenzione al minimo dettaglio che prevede un estremo rispetto dell’immobile e un approccio conservativo”.

Il complesso architettonico di Villa Capra Bassani si estende su una superficie di 1700 mq comprende la villa e altri immobili, ed è immerso in una tenuta di 16 ettari in parte a prato e in parte a vigneto. L’impianto, secondo studi eseguiti attraverso la lettura di antichi documenti, risale al Cinquecento, l’impostazione del disegno di giardino è di Francesco Muttoni e l’impianto attuale è di Ottavio Bertotti Scamozzi, che deve aver coordinato anche la nitida decorazione interna, di raffinato gusto. Mentre le statue antiche sopra la porta del salone possono essere del periodo muttoniano.

“Questo è solo l’inizio di una serie di interventi che porterà la villa a essere maggiormente utilizzata e vissuta. – precisa Michela Fortunato, proprietaria di Villa Capra Bassani -  Contiamo di iniziare prossimamente una serie di lavori dopo il restauro delle facciate, per sviluppare un progetto per la costruzione di appartamenti di lusso nella barchessa con annesso rustico. In questo modo, Villa Capra Bassani potrà essere visitata e abitata, oltre che inserita nei percorsi delle ville venete o enogastronomici, favorendo la presenza di turisti e un beneficio a tutto il territorio”.

Sottolinea Giovanni Gazzea, Amministratore Delegato di Gazzea Consulting srl, società di consulenza aziendale e Advisor della proprietà: “L'intervento è frutto di un importante lavoro sinergico tra professionisti legali, fiscali, finanziari, tecnici, immobiliari da noi coordinati che ha contribuito a restituire alla comunità un patrimonio storico e artistico unico al mondo, rendendo il giusto onore alla magnificenza di Villa Capra Bassani e al territorio in cui è inserita”.

Sei arrivato fin qui?

Se sei qui è chiaro che apprezzi il nostro giornalismo, che, però, richiede tempo e denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per la stampa indipendente ma puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per darti moltissime notizie e numerosi approfondimenti gratis e solo alcuni in parte a pagamento. Se vuoi continuare a leggere in futuro i nostri articoli ed accedere per un anno a tutti i contenuti PREMIUM, alle Newsletter online e a molte iniziative in esclusiva per te puoi farlo al prezzo di un caffè, una birra o una pizza al mese.

Grazie, Giovanni Coviello

Sei già registrato? Clicca qui per accedere