Working Title Film Festival il 9 maggio a Vicenza: l’industria delle api, gli interpreti di guerra e l’artista Michele Sambin nei film del primo giorno

Working Title Film Festival: si inizia anche con l'industria delle api
Working Title Film Festival: si inizia anche con l'industria delle api

La sesta edizione di Working Title Film Festival – Festival del cinema del lavoro inizia lunedì 9 maggio a Vicenza con un terzetto di film, di cui due anteprime italiane, al Cinema Odeon, nella Nuova Sala Lampertico.

Si comincia alle ore 18.30 con uno slot di proiezione che include In Flow of Words, cortometraggio documentario della regista olandese Eliane Esther Bots, in anteprima italiana, che segue i racconti di tre interpreti del Tribunale penale internazionale per l’ex-Jugoslavia.

A seguire, sempre nello slot delle 18.30, il lungometraggio documentario Più de la vita della padovana Raffaella Rivi, che racconta la vita e il lavoro di un pioniere della videoarte italiana, Michele Sambin, attivo negli anni Sessanta-Settanta a Venezia, poi fondatore nel 1980 con Pierangela Allegro e Laurent Dupont di TAM Teatromusica a Padova, di cui è divenuto direttore artistico. Il film sarà presentato in sala dalla regista.

Alle 21.00 l’anteprima italiana del lungometraggio documentario Globes, della regista olandese, residente in Belgio, Nina de Vroome, che sarà ospite in sala per presentarlo. Il film è un viaggio davvero globale che tocca la Slovenia, la Germania e gli Stati Uniti, spaziando tra economia, storia, poetica e spiritualità. Al centro del viaggio le api, a partire dal loro linguaggio fatto di movimenti che sembrano danze, e il settore economico che ruota attorno a loro, tra artigianato e tradizione e industria, tra ingenti finanziamenti e contraddizioni che rischiano di rompere il delicato equilibrio tra ambiente e uomo.

«Un’ape è sempre parte di qualcosa di più grande, parte della sua colonia ma anche della società – scrive Nina de Vroome nelle note di regia –. In quanto insetti allevati, le api hanno sempre vissuto insieme all’umanità da circa ottomila anni. Forse hanno molto da dirci?»

Il programma della giornata

Lunedì 9 maggio

Cinema Odeon – Nuova Sala Lampertico, Corso Andrea Palladio 176, Vicenza

Ore 18.30

In Flow of Words di Eliane Esther Bots

Paesi Bassi, 2021, 22’, v.o. inglese, bosniaco, serbo, croato, sottotitoli italiano

Sinossi In Flow of Words segue i racconti di tre interpreti del Tribunale penale internazionale per l’ex-Jugoslavia. Hanno interpretato testimonianze sconvolgenti di testimoni, vittime e autori di crimini, senza mai far trasparire le loro emozioni, sentimenti e storie personali. Contrariamente alla loro posizione in tribunale, questo film pone le loro voci ed esperienze al centro della scena.

Bio-filmografia della regista Eliane Esther Bots (1986) si è laureata con lode al Master of Film della Netherlands Film Academy di Amsterdam ed è docente alla University of the Arts di Utrecht. I suoi film sono stati selezionati in festival quali IDFA, Berlinale, Cinema du Reel, New York Film Festival, International short film festival Oberhausen, Go Short, Kassel Dokfest.

Più de la vita di Raffaella Rivi

Italia, 2019, 75’, v.o. italiano, sottotitoli inglese

Sinossi Il film racconta in una dimensione intima e concreta quattro decenni del percorso artistico di Michele Sambin, pioniere della videoarte, ideatore di performances, spettacoli teatrali, opere pittoriche e partiture sonore. Attraverso le opere d’archivio e il lavoro quotidiano dell’artista, uno sguardo diretto sull’arte intesa come lavoro concreto che attraversa il tempo e trasforma lo spazio.

Bio-filmografia della regista Raffaella Rivi (1971) si è laureata all’Università di Bologna studiando il rapporto tra arte e nuove tecnologie. Cura video scenografie per diverse compagnie teatrali e realizza video installazioni e cortometraggi. È impegnata in un progetto di ricerca con il dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari. Più de la vita è il suo primo lungometraggio.

Ore 21.00

Globes di Nina de Vroome

Belgio, 2021, 98′, v.o. olandese, sloveno, inglese, sottotitoli italiano

Sinossi Nel loro danzare, le api si raccontano storie sul mondo che le circonda. Anche le persone reclamano un ruolo in queste storie, a volte vicino e intimo, altre volte lontano e su scala industriale. Anche i pensieri di Nina de Vroome sciamano con le api: dalla cella di un favo all’economia globale, il suo documentario naturalistico in forma di saggio Globes registra il legame che unisce uomini e api.

Bio-filmografia della regista Nina de Vroome (Paesi Bassi, 1989) si è diplomata in regia all’Accademia Reale di belle arti di Gand. Il suo film A Sea Change (2016) è stato presentato al festival Visions du Réel di Nyon. Il cortometraggio A Dog’s Luck (2018) è stato presentato a WTFF4. Scrive su Sabzian, una rivista belga di cinema. Come insegnante è coinvolta in diversi progetti educativi.

Biglietti Working Title Film Festival

Costo del biglietto per uno slot di proiezioni al Cinema Odeon: 6 €

I biglietti si possono acquistare alla biglietteria del Cinema Odeon, Corso Andrea Palladio 176, o online a questo link: https://odeonvicenza.18tickets.it/. Per i biglietti acquistati online il costo è di 0,50 € in più.

Sconti: per chi aderisce al crowdfunding (formula “Badge” – costo 50 €) è previsto uno sconto di 1 € su ciascun biglietto.

Tel. +39 0444 543492

Promotori, partner e sponsor Working Title Film Festival

Working Title Film Festival 6 è promosso dall’associazione LIES – Laboratorio dell’inchiesta economica e sociale APS, in partnership con Cinema Odeon, Circolo Cosmos – Porto Burci e Caracol Olol Jackson, con in contributo di Fondazione Monte di Pietà di Vicenza, Cgil Vicenza, Cisl Vicenza, Banca delle Terre Venete Credito Cooperativo, Elevator Innovation Hub. Partner tecnici: Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Vicenza – FUSP, SHG Hotel de La Ville, Serimab. In collaborazione con IIS Boscardin. Con il patrocinio di Regione del Veneto e Comune di Vicenza.

Il programma del festival con i link alle schede dei film e ai trailer è disponibile, in italiano e in inglese, a questo link: https://www.workingtitlefilmfestival.it/wtff6/wtff6-programma/.