Adunata Alpini Vicenza, due appuntamenti per non dimenticare

313
adunata

Prosegue il calendario di Aspettando l’Adunata in vista del raduno a Vicenza delle penne nere, previsto a maggio 2024. La memoria è la grande protagonista degli appuntamenti di marzo.

Grazie al Cinema Patronato Leone XIII, mercoledì 13 marzo alle 20.30 sarà possibile partecipare a una serata speciale, in cui i registi Gianfilippo Pedote e Giliano Carli commenteranno la proiezione del film Soldato Peter, che ha esordito nelle sale lo scorso novembre. Liberamente ispirata alla storia del soldato ungherese Peter Pan, il cui destino è legato a doppio filo a Vicenza perché trovò morte sull’Altopiano e sepoltura sul Monte Grappa, la pellicola ricostruisce –tra ricordi dolci d’infanzia e terribili di battaglia- il sogno di pace (lo stesso che, più di un secolo dopo, è il motto della 95a Adunata) di un giovanissimo che non avrebbe voluto mai crescere. Proprio come il Peter Pan della favola… La pur casuale coincidenza di nomi non è sfuggita ai registi, che anzi vi hanno trovato linfa per un racconto fantastico, che denuncia la follia sanguinosa della guerra ed evoca un vivere candido e mite. Come quel giovane dalla vita spezzata, insieme ai propri sogni. Biglietto unico a 7 euro.    

Dallo schermo alla carta, sabato 16 alle ore 10 presso l’Auditorium Del Museo del Risorgimento e della Resistenza, la storia si sfoglia invece con le pagine del libro “Il valore del ricordo. Capitano Umberto Masotto”. Alla presenza di autorità locali e regionali oltre che naturalmente alpine, a presentarlo sarà uno dei due autori, il cav. Domenico Interdonato, giornalista “con le stellette” come battezzato nella quarta di copertina, che rievocherà le gesta dell’eroe vicentino (caduto nella battaglia di Adua il 1° marzo 1896), ufficiale precursore dell’artiglieria di montagna (che nascerà ufficialmente solo nel 1910, per operare accanto alle Truppe Alpine). La sua Medaglia d’oro al valor militare è la prima a risplendere nel vessillo della Sezione ANA di Vicenza “Monte Pasubio”.  Ingresso libero.