Una maglietta alpina per aiutare la Chirurgia Pediatrica dell’Ospedale di Vicenza

843
La presentazione dell'iniziativa del negozio Adunata corner
La presentazione dell'iniziativa al negozio Adunata corner

Ancora una volta a Vicenza si declina il binomio Alpini e solidarietà, con un’iniziativa, legata alla kermesse di maggio, presentata questa mattina nel negozio di contrà del Monte “Adunata corner”: grazie alla collaborazione tra il negozio di gadget alpini e l’associazione Angeli Berici, è stata realizzata una maglietta la cui vendita andrà ad aiutare il reparto di chirurgia pediatrica dell’ospedale di Vicenza.

Da oggi e fino al 13 maggio, nel negozio Adunata corner potrà infatti essere acquistata questa maglietta, creata ad hoc, a sfondo blu o bianco, con la scritta ben chiara “Vicenza”, disponibile in varie misure sia da uomo sia da donna. Sarà acquistabile a 25 euro, e sei euro per ogni maglietta venduta verranno donati per dotare di strumentazioni utili al reparto di chirurgia pediatrica dell’ospedale vicentino. La donazione verrà curata appunto da “Angeli Berici”, associazione onlus che da anni supporta la cura dei bambini. La collaborazione è stata promossa e sostenuta dal consigliere comunale vicentino Jacopo Maltauro in sintonia con il chirurgo dell’ospedale di Vicenza Dott. Fabio Chiarenza.

Nel presentare l’iniziativa, Maltauro ha tenuto a ribadire come l’Adunata degli Alpini 2024 sia un evento che oltre a portare lustro alla città di Vicenza, facendo conoscere ed apprezzare in tutta Italia le sue bellezze architettoniche e paesaggistiche, è anche un prezioso stimolo al valore della solidarietà, uno dei valori alpini imprescindibili: “Per me fare attività politica – ha aggiunto – significa cercare di aiutare le persone, agevolando il dialogo tra componenti e realtà sociali del territorio. Attraverso l’acquisto di queste magliette si aiuteranno i bambini che necessitano di cure chirurgiche nel nostro ospedale vicentino. Per me è stato un piacere e un onore poter agevolare questo tipo di iniziativa. Viva gli Alpini, viva la solidarietà!”