Agorà, la filosofia in piazza. (Don) Matteo Salòs Losapio: libertà individuale e libertà statale, ripartire da Bakunin

Agorà
Agorà
- Pubblicità -

Qualche giorno fa per la rubrica di filosofia Agorà, Tedoro Custodero ha intelligentemente rivolto l’attenzione a Giorgio Agamben e al suo concetto di libertà in relazione a Hegel e Schmitt. Custodero ha messo in luce come il pensiero hegeliano sulla libertà abbia una matrice estremamente individualista, il che si ricollega al contesto del pensiero di Hegel secondo cui la massima libertà viene espressa non nell’individuo in . . .

Sei arrivato fin qui?

Se sei qui è chiaro che apprezzi il nostro giornalismo, che, però, richiede tempo e denaro.  I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per la stampa indipendente ma puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per darti moltissime notizie gratis e solo alcune a pagamento. Se vuoi continuare a leggere il nostro articolo ed accedere per un anno a tutti i contenuti PREMIUM, alle Newsletter online e a molte iniziative in esclusiva per te puoi farlo al prezzo di un caffè, una birra o una pizza al mese.

Grazie, Giovanni Coviello

Sei già registrato? Clicca qui per accedere

-Pubblicità-
Matteo Salòs Losapio (Bisceglie, 21 giugno 1991), originario della comunità parrocchiale di san Pietro in Bisceglie. Laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Bari e in Teologia presso la Facoltà Teologica Pugliese. È membro della redazione della rivista di filosofia “Logoi.ph” e della redazione del giornale «Cercasi un fine». Socio fondatore di Associazione 21 e del progetto PoliSofia, per la divulgazione del sapere filosofico, in questi anni si è occupato prevalentemente di filosofia russa del Novecento. Da qualche anno si occupa anche di filosofia della città, di urbanistica e di architettura attraverso il suo sito ww.makovec.it. Da un anno è collaboratore parrocchiale presso la comunità della SS. Trinità in Barletta.