La sollecitazione del gruppo “Per una Grande Vicenza” sull’acquisto del 35% di Compago srl da parte di Agsm Aim – scrivono nella nota  che pubblichiamo i suoi consiglieri comunali Otello Dalla Rosa, Raffaele Colombara, Alessandra Marobin, Cristiano Spiller – sorge legittima e raccoglie molte preoccupazioni del settore, riprese più volte dalla stampa nazionale e riguarda il rischio di default finanziario per molte utilitiy italiane ed europee.
La crescita dei prezzi da un lato ha determinato extra profitti per i produttori di energia e gas e per alcuni grandi trader. Dall’altro per le società commerciali come AGSM AIM Energia si è acuita la richiesta di garanzie da parte dei grandi fornitori a copertura dei contratti di acquisto. L’aumento del prezzo determina necessità di maggiore liquidità e ulteriori garanzie a copertura dei contratti in una fase in cui è oggettivamente attesa una crescita delle difficoltà di pagamento da parte sia di imprese e famiglie.
In questo contesto il gruppo “Per una Grande Vicenza” ha sottoscritto l’interpellanza allegata. L’acquisizione di Compago srl e quindi di CEI Spa appare da parte di AGSM AIM sia rischiosa sia incoerente con un contesto radicalmente mutato dalla fine del 2021. Richiamarsi a un piano industriale del 2020 risulta totalmente fuori luogo e rischioso per la società e la tenuta futura dei conti. Per questo sollecitiamo il Sindaco ad avviare un’azione forte per ottenere:
  • Un bilancio gestionale infra-annuale al 30.09
  • La situazione puntuale della finanza aziendale sia per quanto riguarda i crediti che l’indebitamento e le coperture finanziarie
  • Quale sarà l’impatto di CEI sulla finanza e sulle garanzie
  • Qual è il livello di copertura dei contratti sul fabbisogno di gas ed energia
Risulta con tutta evidenza che si tratta di dati fondamentali che devono essere a disposizione dell’azionista-comune. Qui non di tratta di autonomia manageriale ma di fare bene gli azionisti, tutelando più di 300 milioni di patrimonio della città, a tanto, per difetto, ammonta il valore della partecipazione detenuta da Vicenza
Otello Dalla Rosa – Raffaele Colombara – Alessandra Marobin – Cristiano Spiller
Per una grande Vicenza

INTERPELLANZA

L’acquisizione di nuovi contratti di vendita comporta l’alto rischio di portare in azienda debiti finanziaria e ulteriori richieste di garanzie: è un investimento?

Vicenza, 18.09.2022

I sottoscritti consiglieri comunali:

  • Considerato l’allarme “garanzie” lanciato dalle utilities italiane ed europee in merito all’enorme crescita delle garanzie bancarie connesse all’acquisto di energia elettrica e gas, ripreso da autorevoli quotidiani nazionali e dalla stampa specializzata;
  • Considerato che l’esplosione dei prezzi sta comportando che “il nodo liquidità per le utility, per l’aumento vertiginoso delle integrazioni in contanti a copertura dei derivati, manifestatosi più volte nell’ultimo anno, ha raggiunto nuovi picchi coi rally delle scorse settimane, mettendo in allarme il mondo della finanza e delle istituzioni nazionali ed UE, per timore di conseguenze sistemiche di un’ondata di fallimenti”;
  • Considerato che AGSM AIM risulta aver concluso un accordo per raggiungere il completo controllo della holding Compago Srl che controlla CEI Spa, società commerciale con circa 165.000 clienti e giro d’affari 2021-2022 di circa 350 milioni di Euro e “opererà quindi in qualità di partner industriale di Compago e, in virtù dell’assetto di governance definito, consoliderà a bilancio i risultati operativi” e pertanto in qualità di socio di “controllo” presumibilmente presterà garanzie a favore di CEI oltre che assistenza finanziaria;
  • Considerati gli elevati rischi finanziari collegati a una situazione molto difficile per famiglie e imprese con stime che indicano una famiglia su tre in grave difficoltà per pagare le bollette e una impresa su quattro a rischio crisi:

interpellano il Sindaco affinché, in qualità di socio rilevante richieda alla Società AGSM AIM di:

  • elaborare una situazione economico-patrimoniale e finanziaria al 30.09.2022, con particolare attenzione alle prospettive di chiusura al 31.12.2022;
  • provvedere, in virtù di uno scenario completamente mutato rispetto al 2020 data di prima elaborazione del piano industriale, ad un aggiornamento del medesimo con particolare attenzione al budget 2023;
  • elaborare con la maggiore tempestività possibile un’informativa sulla situazione finanziaria, in particolare sull’indebitamento a breve e medio/lungo, la situazione dei crediti e delle relative sofferenze e il monte garanzie utilizzato con specifica indicazione di quanto ammontino gli importi di competenza di CEI Spa;
  • dare evidenza sul livello di copertura per l’anno termico 22-23 dei fabbisogni coperti da contratti di fornitura e di quelli ancora da coprire;
  • trasmettere alla commissione consiliare preposta i dati e i documenti sopra richiesti al fine di consentire al Consiglio Comunale le opportune valutazioni.
Otello Dalla Rosa – Raffaele Colombara – Alessandra Marobin – Cristiano Spiller
Per una grande Vicenza