Allerta Meteo in Veneto: sparisce il Codice Rosso per i temporali

415
Allerta meteo veneto Temporali rischio climatico
Allerta meteo veneto Temporali rischio climatico

Dal 1° ottobre l’allerta meteo in Veneto non prevedrà più il Codice Rosso per i temporali a seguito di quanto deciso dalla Regione. Ovvero da una delibera proposta dall’assessore regionale alla Protezione civile, Gianpaolo Bottacin.

Ecco cosa prevede nel dettaglio la modifica al sistema di allertamento del Centro funzionale decentrato della Regione del Veneto per il rischio idrogeologico per temporali e le modalità di segnalazione di terremoto. 

Una nota regionale spiega che la delibera “modifica i criteri precedentemente utilizzati per la valutazione della criticità idrogeologica per temporali e le conseguenti modalità di allertamento. Le principali modifiche riguardano i documenti di allertamento e i criteri di allertamento per temporali forti”.

Questi ultimi sono da tenere in conto: in linea con le indicazioni nazionali anche in Veneto l’allerta meteo non prevede più, come detto, il Codice Rosso.

Di conseguenza, il Codice Arancione diventa l’indicatore del massimo livello di allerta temporali. “Non è previsto il Codice di allerta rosso per i temporali – spiega la Regione -perché tali fenomeni sono associati a condizioni perturbate intense e diffuse che già caratterizzano l’allerta rossa per rischio idrogeologico”.

Va da sé che, a scalare, gli altri livelli di allerta, giallo e verde, si adeguano alle percentuali di probabilità delle precipitazioni. Ad esempio, per probabilità basse l’allerta sarà verde e non più gialla come in precedenza. Oppure, l’allerta arancione (sopra il 30% di probabilità) ora varrà tanto per le zone montane quanto per quelle in pianura. Insomma “sono stati omogeneizzati i criteri di allertamento per tutte le zone di allerta, senza distinzione tra zone montane e pianeggianti”, spiega ancora la Regione Veneto