Anastacia a Bassano del Grappa, un live per la Città della Speranza

1248
Anastacia
Anastacia

L’icona del pop internazionale Anastacia si esibirà a Bassano del Grappa il 25 novembre 2022. Un’occasione per divertirsi, ma anche per fare del bene dato che il ricavato della serata sarà interamente devoluto alla Fondazione Città della Speranza di Padova.

La cantante ha da poco lanciato il suo ultimo tour europeo: “I’m Outta Lockdown – The 22nd Anniversary”, che la porterà ad esibirsi nel nostro Paese con cinque concerti.

Il 25 novembre 20220 farà tappa al PalaBassano2 di Bassano del Grappa, nell’evento organizzato da DuePunti Eventi con il patrocinio del Comune.

Gli ultimi biglietti disponibili si possono acquistare online e nei punti venditaQuelli già acquistati in prevendita per la data del 27 settembre sono invece validi per la nuova data del 25 novembre.

“Siamo felici che Anastacia abbia accettato il nostro invito, non capita tutti i giorni di ospitare una star internazionale – commenta Franco Masellofondatore di Città della Speranza -. Speriamo di occupare tutti i posti del palazzetto di Bassano perché ogni singolo biglietto venduto è un aiuto alla ricerca e un passo verso la guarigione di un bambino”.

Anastacia ha lanciato il suo ultimo tour in Svizzera per poi toccare Roma, Berlino, Oslo e molte altre città prima di arrivare nel Regno Unito l’8 novembre. Qui terrà un attesissimo concerto all’Hammersmith Eventim Apollo di Londra.

Con le sue canzoni premiate più volte disco di platino, come “I’m Outta Love” e “Left Outside Alone”, Anastacia è una delle voci più riconoscibili e apprezzate del panorama pop mondiale. Questo tour è il primo dallo scoppio della pandemia, ma già a ottobre 2021 Anastacia ha partecipato e vinto il reality show televisivo canoro “The Masked Singer Australia”. Ad oggi la cantante ha venduto più di 30 milioni di dischi in tutto il mondo.

Fondazione Città della Speranza

Fondazione Città della Speranza dal 1994 raccoglie fondi privati che destina alla lotta contro le malattie pediatriche. In quasi trent’anni ha investito quasi 90 milioni di euro in attività legate alla cura e alla ricerca nelle patologie infantili, destinando oltre 37,7 milioni di euro alla ricerca scientifica e finanziando oltre 166 progetti di ricerca. La Fondazione è il principale finanziatore dell’Istituto di Ricerca Pediatrica (IRP), un centro di eccellenza internazionale nella ricerca scientifica sulle patologie gravi dei bambini. Inaugurato nel 2012, è ospitato a Padova nella “Torre della Ricerca”, una struttura di oltre 17.500 mq, di cui 10.000 dedicati esclusivamente alle attività operative in diversi settori. Attualmente nella Torre svolgono attività 160 persone tra ricercatori e personale di staff dentro IRP ed un altro centinaio in aziende private del settore Life Science. IRP è oggi uno dei più grandi centri d’Europa e attualmente opera in 7 aree specifiche: oncoematologia, trapianto di cellule staminali e terapia genica; medicina rigenerativa; biotecnologie mediche; genetica e malattie rare; immunologia e neuroimmunologia; medicina predittiva e cardiologia sperimentale. Grazie ad un approccio multidisciplinare, IRP integra competenze in campo biomedico, della bioingegneria, della biochimica e della scienza dei materiali. Fondazione Città della Speranza finanzia annualmente anche le attività di Diagnostica avanzata, di cui la Clinica di Oncoematologia pediatrica dell’Azienda Ospedaliera – Università di Padova è centro di riferimento nazionale per la diagnosi di leucemie, linfomi e sarcomi.