Andrea Fracasso è il nuovo presidente dei Consulenti del lavoro di Vicenza

741
Andrea Fracasso

Avvicendamento ai vertici dell’Ordine provinciale dei Consulenti del lavoro di Vicenza. Dopo nove anni, il presidente Franco Bastianello passa il testimone ad Andrea Fracasso, 53 anni, laurea in economia aziendale e management, sposato e padre di due figlie, titolare dell’omonimo Studio di consulenza a Chiampo e consigliere dell’Ordine dal 2017.

A nominarlo sono stati nove consiglieri (sette dei quali facenti parte del precedente Consiglio), tra i quali quattro rappresentanti di sesso femminile, essendo state elette altre due donne, nel corso delle elezioni che si sono svolte la scorsa settimana presso la sede, in Corso San Felice a Vicenza.

Ad affiancare il neoeletto presidente saranno Marco Candiago, segretario, Maurizio Vanzan, tesoriere e i consiglieri: Elisabetta Arsie, Riccardo Drago, Sara Gecchele, Amelia Muraro, Diego Pelliccione e Daniela Saccardo. Revisori dei conti: Raffaella Donadi, Loris Cinel e Pieluigi Rossato.

“Proprio considerando l’esito delle votazioni – ha detto nel suo primo discorso da presidente Andrea Fracasso -, la linea che verrà adottata sarà quella della continuità: nell’interlocuzione con Enti e Istituzioni; nel mantenere alta l’attenzione sull’innovazione tecnologica anche nel mondo delle professioni; nell’anticipare le problematiche delle imprese». A tal proposito è stato ricordato il prossimo appuntamento per gli iscritti, il 28 novembre, dedicato alla riforma fiscale”.

Nel salutare i colleghi, Franco Bastianello, presidente per tre mandati triennali consecutivi, ad iniziare dal 2014, con la proroga di un anno a causa del Covid 19, ha fatto il punto delle numerose attività e iniziative messe in atto, molte delle quali fanno parte del programma di lavoro del rinnovato Consiglio.

A partire dall’orientamento agli studenti delle scuole superiori, promuovendo anche la loro partecipazione, e quella degli insegnanti, al Festival del Lavoro, e con interventi formativi e di orientamento nell’ambito dell’alternanza Scuola-Lavoro. Sono state siglate convenzioni con le Università di Padova, Verona e Venezia, per l’avvio del praticantato durante il percorso di laurea, agevolando così l’accesso alla professione e favorendo il ricambio generazione negli studi professionali, sul quale l’Ordine ha molto investito. Con l’Università di Verona, sono stati messi a punto corsi annuali di perfezionamento per professionisti.

Percorsi di collaborazione sono stati condivisi con altri Ordini professionali, al fine di ottimizzare i servizi alle imprese, e anche con le Organizzazioni sindacali provinciali incoraggiando, ad esempio, la sottoscrizione della contrattazione di secondo livello. Con la Camera di Commercio è stato siglato un accordo in materia di servizi per l’auto-imprenditorialità. È stato inoltre avviato l’Organismo di mediazione civile e commerciale.

L’Ordine ha sempre avuto una particolare attenzione ai problemi sociali. Tra il 2014 e il 2018 sono stati organizzati numerosi incontri presso molti Comuni per sostenere cittadini in difficoltà e, in particolare, nel Comune di Vicenza con la gestione dello Sportello “Cercando il lavoro”.

L’Ordine fa parte della fondazione QuVi che finanzia e sostiene iniziative di carattere sociale e culturale promuovendo la cultura della solidarietà. Durante la pandemia, grazie ad uno stringente rapporto con la Regione e l’Inps è stata garantita la salvaguardia della retribuzione di migliaia di lavoratori e la sussistenza delle aziende.