Apindustria Confimi Vicenza: 30 lillà delle Indie piantati in Viale Crispi

354
Apindustria Confimi Vicenza

Apindustria Confimi Vicenza ha promosso la piantumazione di 30 alberi di lillà delle Indie all’interno delle aiuole del complesso in Viale Crispi dove ha sede l’associazione. L’obiettivo è dare il buon esempio in materia di sostenibilità, contribuendo allo stesso tempo a migliorare il decoro urbano di un intero quartiere.

L’intervento, realizzato in collaborazione con la società Beleafing, è stato concluso con una piccola cerimonia alla quale hanno preso parte Mariano Rigotto, presidente di Apindustria Confimi Vicenza, Maurizio Zordan, presidente del Centro Api Servizi SB, e Sara Baldinato, assessore all’Ambiente del Comune di Vicenza.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie a Roberto Longo e all’associazione “Alberi Felici Vicenza“, che hanno realizzato nei mesi precedenti una mappatura delle aree della città da rimboschire. 

“Come associazione abbiamo intrapreso già da anni un percorso di sensibilizzazione delle PMI vicentine sui temi della responsabilità sociale e della sostenibilità – spiega Mariano Rigotto, presidente di Apindustria Confimi Vicenza -, consapevoli che questo rappresenta non solo un imperativo etico, ma anche un’opportunità di competitività, perché in misura sempre maggiore i mercati oggi chiedono anche alle PMI di dimostrare di operare secondo i criteri della sostenibilità”. 

Centro Api Servizi è stato il primo ente strumentale di un’associazione datoriale a diventare Società Benefit – interviene il presidente Zordan –, una trasformazione fortemente voluta per far emergere il valore di quanto Centro Servizi già faceva a favore del territorio e che abbiamo via via implementato. Centro Api Servizi è già ora un partner ed un supporto per tutte le imprese del territorio che vogliano avvicinarsi ai temi della sostenibilità, con servizi ed iniziative formative ad hoc.

A questo si aggiungono le attività a favore della comunità: lo scorso anno abbiamo lanciato con grande soddisfazione il primo Business Game gratuito sui 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda ONU 2030; quest’anno siamo molto felici di condividere con l’Associazione una iniziativa semplice e concreta, con l’obiettivo che venga replicata anche da tanti altri”.