Assistenza Primaria e territoriale, Fimmg Veneto revoca lo stato di agitazione

680
medici veneti
Medici veneti

Si rilancia il dialogo tra Regione e FIMMG Veneto sulla riorganizzazione dell’Assistenza Primaria e territoriale dopo l’incontro di ieri, mercoledì 22 marzo, a Palazzo Molin, tra l’assessore alla Sanità, dottoressa Manuela Lanzarin, il Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale, dottor Massimo Annicchiarico, e il Segretario Generale della FIMMG Veneto, dottor Maurizio Scassola.

Dall’incontro sono emersi elementi concreti per lo sviluppo e la ripresa immediata delle relazioni sindacali finalizzate a una scrittura condivisa del nuovo Accordo Integrativo Regionale (AIR). Un AIR indispensabile per l’evoluzione delle Cure Primarie e per fornire alla popolazione veneta assistenza e cura adeguate ai bisogni sempre crescenti e più complessi.

La carenza di Medici di Medicina Generale e le difficoltà assistenziali correlate impongono una pronta risoluzione dei problemi per offrire ai Cittadini veneti pari opportunità di assistenza, di cura, di prossimità e sicurezza, mentre ai professionisti va garantita la valorizzazione nel loro lavoro, svincolata da asfissianti incombenze burocratiche.

Alla luce di quanto emerso dall’incontro di ieri, la FIMMG Veneto sospende, quindi, lo stato di agitazione proclamato il 1° marzo 2023 e invita anche le altre sigle sindacali della Medicina Generale a sospendere ogni forma di dimostrazione e protesta, ritrovandosi con la Regione a una pronta convocazione dei tavoli negoziali.

FIMMG Veneto