Basket A2 femminile: VelcoFin Interlocks Vicenza supera 75-51 Ancona, si avvicina alla salvezza e fa felici le giovanissime della As Vicenza

291
Velcofin Interlocks Vicenza (maglia bianca) in azione mentre le giovanissime ultras dell'As Vicenza, a sinistra, tifano per loro (foto VicenzaPiù - ViPiu.it)
Velcofin Interlocks Vicenza (maglia bianca) in azione mentre le giovanissime ultras dell'As Vicenza, a sinistra, tifano per loro (foto VicenzaPiù - ViPiu.it)

A festeggiare la vittoria per 75-51 della Velcofin Interlocks Vicenza (oggi in maglia bianca) su Ancona, la diretta concorrente per la salvezza diretta, ora staccata di 2 punti, al Palazzetto dello sport Città di Vicenza c’erano, oltre a tanti e rumorosi spettatori, molti dei quali con la copia del nostro mensile VicenzaPiù Viva, sempre più attento alle storie di sport, come ora lo è quotidianamente ViPiu.it, le squadre giovanili della As Vicenza che per tutto il tempo hanno fatto da ultras a perdifiato per poi essere presentate all’intervallo e accolte a fine partita per condividere gli applausi con le giocatrici che sognano di emulare e, magari, “superare”.

Velcofin Interlocks Vicenza, le giovani dell'As Vicenza (foto VicenzaPiù - ViPiu.it)
Velcofin Interlocks Vicenza, le giovani dell’As Vicenza (foto VicenzaPiù – ViPiu.it)

Non ci poteva essere giornata migliore di quella di oggi, almeno fino a quella, si spera, della tranquillità finale per poi puntare a nuove mete, degne della società del mitico presidente Concato, per poter incoraggiare le giovanissime biancorosse a continuare nel loro percorso sportivo e umano

La squadra della VelcoFin Interlocks Vicenza ha, infatti, brillato con una prestazione eccezionale, chiudendo la partita con una vittoria convincente contro Ancona e facendo un significativo passo avanti verso la salvezza. Il risultato finale di 71-52 riflette il dominio della squadra di casa, che ha saputo ribaltare l’incontro rispetto alla precedente sfida in cui le avversarie avevano vinto con un distacco di 17 punti.

La partita è stata caratterizzata da un’eccellente performance da parte della VelcoFin, evidenziata dalle statistiche. La squadra vicentina ha tirato con precisione, registrando un 41% dal campo, con un notevole 17/33 da due e un solido 9/30 da tre, superando nettamente le avversarie che hanno segnato un modesto 14/29 da due e un limitato 2/14 da tre. Il controllo a rimbalzo è stato altrettanto impressionante, con Belosevic come top scorer, contribuendo con 18 punti e 11 rimbalzi, affiancata da Pellegrini.

La VelcoFin ha imposto il proprio gioco fin dall’inizio, con un attacco deciso per agevolare la situazione nella seconda metà del match. La difesa è stata impeccabile, e l’attacco è stato guidato da Belosevic, autrice di 5 punti, e da Pellegrini che hanno portato a chiudere il primo quarto con il punteggio di 21-11. Nonostante un tentativo di reazione da parte delle avversarie, Vicenza ha accelerato nuovamente, chiudendo il quarto in vantaggio di 14 punti.

Il ritorno della VelcoFin Interlocks Vicenza dopo la pausa lunga, in cui, come abbiamo detto, hanno sfilato orgogliose quanto emozionate le speranze biancorosse, è stato irresistibile allargando il vantaggio con Bevolo fino a 50-31. Ancona ha faticato a segnare per diversi minuti, permettendo alla VelcoFin di ampliare ulteriormente il margine. Al termine dei tre parziali il punteggio è diventato 59-41. Nel quarto finale, la squadra ha gestito il vantaggio con abilità, cercando di segnare il più possibile per rovesciare la situazione negli scontri diretti nel caso di arrivo a fine campionato a pari punti.

Il risultato finale di 71-52 è stato sancito da un canestro finale di Sturma, seguito da abbracci e sorrisi dalla panchina. La guida di Zara ha certamente cambiato la marcia della VelcoFin, aprendo la strada a ulteriori miglioramenti. La squadra, ora più vicina alla salvezza, si prepara per la Coppa Italia, fermandosi temporaneamente per tornare in campo ad Abano il 16 marzo ma rimanendo determinata a proseguire il cammino verso la tranquillità.

Lo devono anche alle loro rumorosissime e appassionate future “colleghe”.

Le ragazze dell'As Vicenza festeggiano a fine partita con le loro beniamine sotto lo sguardo dei loro cari (foto VicenzaPiù)
Le ragazze dell’As Vicenza festeggiano a fine partita con le loro beniamine sotto lo sguardo dei loro cari (foto VicenzaPiù)

Il tabellino di Vicenza – Ancona 71 – 52 e la nota ufficiale del club

Parziali: 21-13, 22-16 (43-29); 16-12 (59-41), 12-11
Vicenza: Belosevic 18 (8/15, 2/5), Togliani 5 (1/3 da tre), Assentato 13 (4/7, 1/4), Peserico 4 (2/8, 0/3), Vitari (0/6, 0/4); Bevolo 5 (2/3, 1/2), Fontana 2 (1/2, 0/1), Sturma 5 (2/4), Pellegrini 18 (6/13, 4/7), Reschiglian 1 (0/2, 0/1), Ruffo; Valente NE. All. Zara
Ancona: Pierdicca 5 (2/5, 1/2), Mataloni 6 (0/7, 0/5), Yusuf 5 (1/4), Dinga-Mbomi 8 (2/6, 1/4), Malintoppi 10 (3/8, 0/3); Rizzo 10 (5/6), Francia 6 (2/3), Pellizzari 2 (1/2), Barbakadze (0/2); Carloni e Manizza NE. All. Piccionne
Note. Vicenza: 26/63 al tiro, 9/30 da tre, 10/16 ai liberi. Rimbalzi 38 (Belosevic 11): 22 dif. + 16 off. Assist 19 (Belosevic 5), palle rubate 7 (Belosevic 3), stoppate 2 (Peserico e Ruffo), palle perse 14 (Sturma 4). Falli 22
Ancona: 16/43 al tiro, 2/14 da tre, 18/25 ai liberi. Rimbalzi 29 (Yusuf 9): 21 dif. + 8 off. Assist 10 (Mataloni 4), palle rubate 5 (Malintoppi e Pierdicca 2), stoppate 4 (Yusuf 2), palle perse 21 (Dinga-Mbomi 4). Falli 16

La Velcofin Interlocks Vicenza si aggiudica nettamente la sfida contro le Basket Girls Ancona per 71-52 e ribalta il confronto diretto con le marchigiane, staccandole in classifica di due punti in classifica e riprendendo Rovigo a quota 14. Con questa vittoria, le biancorosse si sono assicurate tutti gli scontri diretti a favore con le dirette concorrenti per il nono posto (Ancona, Rovigo e Umbertide) e rimangono a -2 dalla salvezza diretta, visto il successo delle umbre ai danni di Ponzano. Grandi prestazioni di Belosevic e Pellegrini, autrici di 18 punti a testa (la croata chiude in doppia doppia, aggiungendo 11 rimbalzi, 5 assist e pure 3 rubate); Assentato ne aggiunge 13 e con tre giocatrici Vicenza quasi raggiunge i punti totalizzati da Ancona in 40 minuti (49-52).

I primi minuti della partita sono di studio: entrambe le squadre faticano, inizialmente, a trovare la via del canestro. Quando poi gli attacchi entrano in ritmo, è Belosevic a innescare la prima fuga: la croata mette a segno 12 punti nei soli primi 10 minuti, piazzando anche due triple e rendendosi assoluta protagonista del parziale di 10-1 con cui la Velcofin Interlocks scappa in avanti già nel finale della prima frazione, ritrovandosi avanti di 8 lunghezze dopo 10′ (21-13).

La partita comunque è tutt’altro che una passeggiata: con Yusuf e Pierdicca in difficoltà nel pitturato, Ancona trova risorse dalla panchina grazie all’energia di Francia, che ispira la rimonta anconetana. Le Basket Girls rientrano fino a -1 (28-27) rimettendo tutto in discussione poco dopo la metà del secondo quarto. È proprio qui però che Vicenza accelera di nuovo: tocca a Pellegrini prendersi le responsabilità in attacco, con due bombe consecutive (chiuderà con un ottimo 4/7 dalla distanza) che spaccano la partita e proiettano Vicenza all’intervallo avanti ancora in doppia cifra (41-29).

A questo punto, nella ripresa, la Velcofin pigia ancora sull’acceleratore: in parte per chiudere la partita, in parte perché, capendo la possibilità di ribaltare lo scontro diretto (all’andata, Ancona si era imposta di 17 punti, 70-53), Sturma e compagne si prodigano in uno sforzo importante per allargare il gap. Dopo un altro paio di incursioni di Belosevic, è una tripla di Bevolo a dare per la prima volta la supremazia nel doppio confronto a Vicenza (50-31a 7′ dalla fine del terzo). Il distacco aumenta anche a 21 lunghezze, con Pellegrini e Assentato padrone dell’attacco vicentino, ma Ancona trova energie da Mataloni e Malintoppi, che prima dell’ultima pausa riportano a 18 il distacco (59-41).

Nell’ultima frazione, la stanchezza si fa un po’ sentire, specialmente in attacco, per entrambe le squadre. Ancona beneficia di tantissimi tiri liberi (alla fine saranno 25 nell’arco della gara) ma tira meno e peggio di Vicenza (specie da 3 punti, 9/30 per le beriche contro il 2/14 delle marchigiane), perdendo nettamente il confronto a rimbalzo (38-29, con anche 16 rimbalzi offensivi catturati dalle biancorosse). Con questi numeri, la Velcofin mette in luce la maggiore voglia di portare a casa la vittoria e a 3′ dalla fine si ritrova anche sul +22, quando Reschiglian converte un libero dalla lunetta. Ancona si riporta un po’ sotto e alla fine ha anche la palla per portare dalla sua lo scontro diretto, ma la tripla di Dinga Mbomi si stampa sul ferro e la sfida finisce 71-52.

Una bella vittoria per la Velcofin, la settima in quindici partite dall’arrivo di coach Zara e la terza consecutiva tra le mura amiche, tutte arrivate con larghi distacchi. Ora il campionato osserverà una settimana di pausa per la Coppa Italia, dopodiché inizierà la volata finale. Le biancorosse torneranno in campo sabato 16 marzo, alle 20.30, sul parquet di Abano, al momento ultima in classifica, ma ancora aggrappata alla possibilità di giocarsi i play-out.