Bassano del Grappa, un borgo unico con il Ponte Vecchio, il centro storico e la nota grappa

2005
bassano del grappa bell'italia
Bassano del Grappa. Foto: veneto.info

Celebre per il Ponte Vecchio o Ponte degli Alpini e per la nota grappa, la città di Bassano del Grappa è un vero e proprio borgo molto popolato. Vicino alla cittadina di Marostica e non lontano dall’Altopiano di Asiago, Bassano si trova ai piedi delle Alpi Venete e del Monte Grappa, appunto. Qui si fondono arte, storia e enogastronomia.

Il simbolo della città è proprio il Ponte Vecchio, in prossimità del centro storico. Sotto vi scorre il fiume Brenta. Il Ponte era un tempo il luogo del doloroso arrivederci degli alpini diretti al fronte. Per molti di loro questo sofferto saluto si tramutò in un addio e la città ricorda con affetto le migliaia di giovani morti per la patria. Ecco perchè oggi è chiamato “Ponte degli Alpini”. Il centro storico è invece ricco di scorci suggestivi, palazzi storici, piazze, musei, negozi e locali. E’ visitabile a piedi, soffermandosi in particolare in Piazza Libertà e Piazza Garibaldi. Nel periodo natalizio le piazze si riempiono di accoglienti mercatini.

bassano
Uno scorcio del centro storico di Bassano in versione natalizia. Foto: pag. Instagram visit bassano

Il Ponte degli Alpini

La più grande attrazione di Bassano rimane comunque il Ponte Vecchio, in legno, suggestivo e funzionale. Fu progettato proprio da Andrea Palladio, l’architetto delle ville venete più belle e più famose al mondo. Nonostante diversi danneggiamenti dovuti alle acque e ai bombardamenti, il ponte è ancora lì, ogni volta ristrutturato secondo il progetto originario del Palladio. Il ponte è famoso anche come Ponte degli Alpini, un nome dedicato alle truppe che durante la Prima Guerra Mondiale lo attraversavano dirette al fronte. Per la sua importanza strategica durante il successivo conflitto mondiale fu fatto saltare in aria dai partigiani, e ricostruito una volta finita la guerra. I lavori di manutenzione sono quasi una costante anche al giorno d’oggi, ma ciò non diminuisce il fascino di quest’opera straordinaria. Dal ponte si godono viste meravigliose sulle montagne.

bassano del grappa
La vista dal Ponte degli alpini di Bassano del Grappa. Foto: pag. Instagram visit bassano, pag. ufficiale del turismo di Bassano del Grappa

Accanto a uno degli imbocchi del Ponte degli Alpini è stata collocata una statua celebrativa dedicata ai soldati della Prima Guerra Mondiale. La statua, realizzata dallo scultore Severino Morlin, ritrae un giovane alpino che bacia teneramente una ragazza, per questo è nota anche come Statua dell’alpino con la morosa.

La Grapperia Nardini

Sul lato opposto del ponte si trova un caratteristico locale si tratta storico: la Grapperia Nardini, il locale che un tempo fu sede della più antica distilleria d’Italia (aperta nel 1775). Oggi la produzione si è spostata fuori dal centro ma la Grapperia Nardini è ancora un luogo simbolo di Bassano e un popolare luogo di ritrovo per la gente del posto e per i turisti. Anche se Nardini è sinonimo di grappa, nella grapperia del centro la bevanda più bevuta è il “mezzo e mezzo“, l’aperitivo tipico di Bassano a base di rabarbaro e rosso Nardini con una spruzzata di seltz e una scorza di limone. Un’altra specialità della casa è la tagliatella, a base di grappa, acquavite di ciliegia, arancia, spezie ed erbe.

grappa bassano
Le grappe di Bassano. Foto: sito veneto.eu

I Musei e i Palazzi

A Bassano sono presenti anche Il Museo della Grappa Poli e il Museo degli Alpini, dove sono esposti cimeli della prima e seconda guerra mondiale recuperati da scavi effettuati sul monte Grappa e sull’Altopiano di Asiago e da donazioni.

Interessante da vedere è Palazzo Sturm, una sfarzosa dimora signorile costruita nella metà del Settecento che conta più di settanta sale distribuite su sette livelli. Il palazzo, progettato dall’architetto Daniello Bernardi e dipinto dall’artista Giorgio Anselmi, è la prestigiosa sede di due musei tematici.

bassano
Uno scorcio del centro storico di Bassano. Foto: pag. Instagram visit bassano