Oltre 3 milioni di pagamenti online del bollo auto in Veneto per un introito di 608 milioni di euro circa. Sono i numeri del portale regionale dedicato ad un anno dal suo varo nella rete ed esposti oggi dall’assessore regionale ai Bilancio e ai Tributi, Francesco Calzavara.

“Snellire e rendere meno burocratico il pagamento del bollo auto ha portato ad una maggiore fidelizzazione del cittadino – ha detto -. Infatti, nel 2022 abbiamo raggiunto un totale di 3.270.270 pagamenti volontari per un gettito complessivo di oltre 608 milioni di euro: risorse tutte utilizzate nel Veneto per i propri cittadini.

Ampiamente raggiunti, per Calzavara, gli obbiettivi di semplificazione, sburocratizzazione, efficienza ed efficacia. “I cittadini perdono meno tempo in adempimenti burocratici, in code allo sportello, o al telefono in attesa al call center specializzato per ottenere le informazioni necessarie”, ha aggiunto. “Negli uffici regionali nei capoluoghi di Provincia e nelle 258 agenzie convenzionate presenti sul territorio regionale abbiamo registrato 3700 accessi fisici, dando supporto anche a tutte quelle persone che non hanno dimestichezza con gli strumenti online. La presenza fisica sul territorio completa l’assistenza online e nasce per dare un servizio diffuso e presidiato anche nelle zone meno servite”.

Il sito consente la verifica della posizione tributaria personale, l’invio di richieste amministrative on line e l’inoltro di domande di rimborso della tassa auto, oltre ad una serie di informazioni utili per i cittadini.

“Quest’anno abbiamo introdotto una novità significativa. Tutte le domande di esenzione dal bollo auto per soggetti portatori di handicap verranno elaborate direttamente dalla Regione che subentra alla gestione ventennale dell’Agenzia delle Entrate”, conclude Calzavara.

La campagna di informazione e comunicazione dedicata alla tassa automobilistica sarà promossa nei mezzi di informazione locali per contribuire a ricordare ai veneti la scadenza del 31 gennaio. 

Nel mese di gennaio 2023 sono inoltre stati inviati, in via sperimentale, anche tramite la APP IO tutti gli avvisi di scadenza per i veicoli con pagamento dovuto entro il 31 gennaio 2023. Se sarà accertata l’utilità ed il buon esito di questo servizio le notifiche diverranno servizio aggiuntivo e gratuito definitivo per tutti.