Chiama la Polizia per denunciare furto di un fucile, ma è in casa: sequestrata arma ad anziano di Vicenza

197
Alfa Romeo Tonale Polizia di Vicenza rapinatori Furto di bicicletta fucile Non paga lavori in cantiere

“Mi hanno rubato il fucile. Anzi, no. Sarà da qualche parte in casa”: la polizia ritrova l’arma e la sequestra. Curioso intervento nella giornata di ieri, martedì 16 aprile 2024, per la polizia di Vicenza, chiamata da un uomo di 93 anni.

L’anziano ha riferito agli agenti di aver subito il furto del proprio fucile da caccia legittimamente detenuto, ma di non ricordare, però, le circostanze di tempo e di luogo in cui il furto era avvenuto.

Poco dopo, l’uomo ha cambiato la versione dei fatti sostenendo di non essere sicuro di aver subito un furto e che forse era più probabile che avesse riposto il fucile da qualche parte all’interno del suo appartamento e di non riuscire a trovarlo.

I poliziotti intervenuti a casa dell’anziano vicentino hanno interpretato questa discrepanza tra le due versioni come un segno di difficoltà e hanno quindi contattato i parenti. Questi, hanno confermato di aver nascosto l’arma a causa dell’età avanzata dell’uomo, in modo tale che non potesse trovarlo e malauguratamente usarlo.

Il fucile è stato ritrovato dagli agenti, nascosto sopra un armadio, e ritirato cautelarmente con sequestro amministrativo, proprio in considerazione della verosimile perdita dei requisiti psico-fisici per il possesso dell’arma. Il fucile è stato quindi portato in Questura, dove rimane custodito.