CISA Andrea Palladio in trasferta a Torino per un seminario su Guarino Guarini nel quarto centenario della nascita

226
L'apertura del seminario su Guarino Guarini a Torino, organizzato dal Cisa Andrea Palladio
L'apertura del seminario torinese su Guarino Guarini

Il CISA Andrea Palladio di Vicenza è in trasferta a Torino per le celebrazioni del quarto centenario della nascita di Guarino Guarini (1624-1683), uno dei protagonisti del panorama architettonico italiano del Seicento. Dal 19 e fino al 23 maggio infatti si svolge nel capoluogo piemontese il 35° seminario internazionale di storia dell’architettura Guarini e Juvarra a Torino, organizzato dal CISA Palladio, prima delle tante iniziative messe in campo dal Comitato nazionale per le celebrazioni del quarto centenario della nascita di Guarino Guarini. Il comitato vede tra i suoi componenti istituzioni quali l’Archivio di Stato di Torino, il Polo Regionale Musei del Piemonte, l’Università di Torino e lo stesso CISA Andrea Palladio.

Oltre al seminario di studi a Torino, epicentro dell’attività del grande architetto, dove ancora oggi si trovano i suoi capolavori più noti, come la Cappella della Sindone e palazzo Carignano, per il 2024 è in programma un’iniziativa anche a Vicenza, una giornata di studi in autunno, interamente dedicata alla chiesa dell’Araceli. A più di vent’anni dal grande seminario organizzato dal CISA Andrea Palladio nel 2002, che aveva preso visione dell’intera opera architettonica e grafica di Guarini a Torino, Modena, Verona e Vicenza, le due iniziative offriranno l’occasione per fare il punto sugli studi e vedranno nuovamente la partecipazione di docenti e studiosi internazionali.

Guarino Guarini, modenese di origine, fu uno degli architetti più eclettici del suo tempo: religioso dell’ordine dei Teatini, filosofo e matematico, si accostò alla pratica del costruire sia attraverso i libri e le letture sia con i viaggi e i soggiorni nelle case del proprio ordine, che da Modena lo portarono a Roma, a Venezia, in Sicilia, a Parigi e in Francia, infine per un più lungo periodo a Torino, con puntate ancora nel Veneto, in Emilia e a Milano.

Il seminario di Torino, organizzato dal CISA con il sostegno dei Friends of Palladio e in collaborazione con l’Archivio di Stato di Torino e il Dipartimento di Studi Storici dell’Università di Torino, indagherà i disegni, le architetture, i modelli e l’eredità di Guarini, mettendoli in dialogo con l’opera di uno dei massimi architetti attivi nella città sabauda a cavallo fra Sei e Settecento: Filippo Juvarra. Nell’arco di cinque giornate prenderanno la parola 26 relatori, fra i massimi esperti di Guarini, studiosi di disegni e architetti restauratori con l’obiettivo di mettere in dialogo competenze diverse e offrire una lettura il più possibile aggiornata delle opere, dal processo di ideazione alla loro ricezione, evoluzione e conservazione. Tra le architetture di Guarini e Juvarra che saranno oggetto di studio spiccano capolavori del Sei e Settecento come la Cappella della Sindone, la chiesa di San Lorenzo, la Palazzina di caccia di Stupinigi e la Chiesa Reale di Superga.

La giornata di studi prevista per l’autunno a Vicenza si concentrerà invece sull’attività di Guarini a Vicenza e in particolare sul suo progetto per la chiesa dell’Araceli. Realizzata in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza, fornirà l’occasione per riportare all’attenzione degli studiosi e della città un gioiello dimenticato, da troppo tempo ormai chiuso al pubblico.

www.palladiomuseum.org/seminarioguarini